lunedì, 25 Ottobre 2021

Ultimo giorno di Alitalia, lo sfogo di una hostess

L'hostess di terra Laura Manto dichiara: "Siamo in attesa di capire che succederà a noi e alle nostre vite".

Da non perdere

Nelle parole dell’hostess di terra Laura Manto si legge lo sconforto dell’ultimo giorno di lavoro per Alitalia: “È una giornata molto triste dice ai passeggeri siamo una famiglia in lutto. Questa vicenda ci ha spezzato il cuore, grazie per averci accompagnato e dato fiducia in questi 74 anni: ma ora siamo in un limbo”.

In Alitalia da 16 anni, l’hostess del volo Roma-Cagliari, si sfoga: “Domani andremo a lavorare, ma presteremo temporaneamente servizio a ITA (la compagnia di bandiera erede di Alitalia, NdR). La nostra situazione futura non la conosciamo. Da domani ci sarà una nuova compagnia che userà lo stesso logo, le stesse divise ma con una minima parte del personale, non porterà con sé il cuore dell’Alitalia”. E cioè, spiega: “Lascia per strada 8 mila persone. La Commissione europea ha imposto mille paletti e l’unico che è stato rispettato completamente finora è quello degli esuberi.

Sul destino dei lavoratori di ITA non si sbilancia. “Siamo in attesa di conoscere il nostro futuro con tanta apprensione. Solo la vicinanza con gli altri colleghi che stanno vivendo lo stesso dramma ci rincuora un pochino. Siamo molto attaccati ad Alitalia, la chiamavamo ‘mamma Alitalia’. Quando si tornava dall’estero e si vedeva l’aereo della compagnia sulla pista era come tornare già a casa”. Laura Manto conclude così: “Sappiamo poco o niente. Siamo in attesa di capire che succederà a noi e alle nostre vite. Incrociamo le dita”.

Ultime notizie