venerdì, 22 Ottobre 2021

Lancio in mare di razzi non identificati, la Corea del Nord: “Difenderci è nostro diritto”

"Stiamo rafforzando le nostre capacità di difesa nazionale al fine di difenderci e garantire in modo affidabile la sicurezza e la pace del Paese". Così l'ambasciatore nordcoreano all'assemblea generale delle Nazioni Unite.

Da non perdere

“Abbiamo il diritto legittimo di testare armi e rafforzare le capacità di difesa”. Lo ha detto l’ambasciatore nordcoreano Kim Song ieri sera all’assemblea generale delle Nazioni Unite. Le sue parole sono giunte pochissimi momenti dopo che la Corea del Sud ha rilevato il lancio in mare di un razzo non identificato. Kim Song sostiene che “nessuno può negare il nostro diritto all’autodifesa”, ed ha invitato gli Stati Uniti a porre fine alla “politica ostile”, nei confronti della Corea del Nord.

“Stiamo solo rafforzando le nostre capacità di difesa nazionale – ha aggiunto -, al fine di difenderci e garantire in modo affidabile la sicurezza e la pace del Paese. Gli Stati Uniti dovrebbero dimostrare di fatto di non avere alcuna volontà ostile nei nostri confronti”. “Se è così, siamo pronti a rispondere allo stesso modo, ma non sembra che gli Stati Uniti siano pronti”. Infine, ha chiesto che gli americani cessino “le loro esercitazioni militari” e smettano “di schierare una panoplia strategica contro il nostro Paese”.

Ultime notizie