mercoledì, 27 Ottobre 2021

La Consulta discuterà oggi su legittimità dpcm covid

La legittimità costituzionale del sistema dei Dpcm sarà oggi al vaglio della Corte costituzionale che si riunisce in camera di Consiglio per dibattere della istanza sollevata da un giudice di pace di Frosinone relativa alla "decretazione d'urgenza e i Dpcm introduttivi delle sanzioni covid". La pronuncia è attesa al massimo entro la fine della settimana.

Da non perdere

Un giudice di pace di Frosinone, ritiene che il sistema dpcm messo in atto durante l’emergenza Covid sia illegittimo. Pertanto, la Corte costituzionale si riunisce oggi per dicutere dell’istanza sollevata. La pronuncia dovrebbe arrivare in settimana.

Secondo il Giudice, sarebbe stato “aggirato il principio cardine di cui agli articoli 76 e 77 della Costituzione, per cui la funzione legislativa è accordata al Parlamento, che può delegarla solo con una legge-delega e comunque giammai ad atti amministrativi”.

L’illegittimità, dunque, starebbe nell’aver delegato la funzione legislativa riguardo alle misure di contenimento dell’epidemia al Governo, che l’ha poi esercitata con l’emanazione dei decreti del presidente del Consiglio, ossia i dpcm.

Inoltre, il sistema dei dpcm violerebbe l’articolo 78 della Costituzione, secondo il quale sarebbe previsto per un’unica emergenza costituzionalmente rilevante, ossia lo stato di guerra. In questo caso, invece, è stato introdotto un nuovo statuto normativo dell’emergenza, ossia quello relativo alla regolamentazione dell’emergenza sanitaria da Covid-19.

La legge Costituzionale, al contrario prevede che “nessuna altra ipotesi di emergenza, nel nostro ordinamento costituzionale, può essere fonte di poteri speciali o legittimanti fonti di produzione normativa diverse da quelle previste, cioè il mero decreto-legge”.

Ultime notizie