venerdì, 24 Settembre 2021

Sulle barche 1200 chili di vongole: denunciati per pesca abusiva molluschi rigettati in acqua

L'ingente quantitativo di molluschi è stato rigettato in acqua, i tre sono stati denunciati e le imbarcazioni sequestrate.

Da non perdere

Il Nucleo Sommozzatori della Stazione Navale della Guardia di Finanza di Rimini, in collaborazione con la Polizia Provinciale di Ravenna, ha sorpreso, all’interno della foce del torrente Bevano in provincia di Ravenna, alcuni soggetti intenti nella pesca abusiva con l’ausilio di natanti dotate di turbo-soffianti, dette “idrorasche”, molto dannose per l’ecosistema marino. L’intervento, avvenuto in condizioni ambientali avverse e nell’oscurità delle ore notturne, ha consentito di rinvenire e sottoporre a sequestro ben 1.200 chili di seme di vongole, subito rigettate in mare, nonché sei natanti completi di motore fuoribordo e tre “idrorasche”, per un valore complessivo di circa 50mila euro.

Sono stati fermati e identificati tre soggetti, poi denunciati per pesca illegale in area protetta e deterioramento di habitat naturale. Infatti, le acque interne della foce del torrente Bevano rientrano nei Siti di Interesse Comunitario e delle Zone di protezione Speciale creata dall’Unione Europea per la protezione e la conservazione degli habitat e delle specie, animali e vegetali, identificati come prioritari dagli Stati membri.

Ultime notizie