sabato, 25 Settembre 2021

Doobie Brothers, la storica band festeggia i 50 anni: la reunion con tour e nuovo album

Oggi la formazione vede Johnston e McDonald insieme, con Patrick Simmons, che ha suonato costantemente nelle varie incarnazioni della band e John McFee.

Da non perdere

I mitici Doobie Brothers festeggiano 50 anni di carriera, in verità lo avrebbero dovuto fare un anno fa ma il Covid ha rinviato tutto. Quindi si celebra un compleanno speciale per una delle band che ha fatto la storia del rock e la band ha deciso ti tornare in pista: un tour negli Stati Uniti con tutti i loro successi. Dal vivo i brani degli anni 70, i successi, con Tom Johnston alla guida, e i brani di fine decennio, quando il timone del gruppo era passato saldamente nelle mani di Michael McDonald.

Una lunga storia alle spalle ma un nuovo album per il futuro in uscita il prossimo 1 ottobre, “Libertè”.

I Doobies sono stati una delle band americane di maggior successo tra gli anni Settanta e Ottanta, divise in due parti per il loro suono connotato dalla presenza di Johnston prima, più rock, e McDonald, arrivato nell’organico nel 1977 dopo aver militato negli Steely Dan, il suono diventò più r’n’b, più raffinato

Oggi la formazione vede Johnston e McDonald insieme, con Patrick Simmons, che ha suonato costantemente nelle varie incarnazioni della band e John McFee.

Il tour celebrerà tutta la musica della band e lo stesso McDonald ha dichiarato “sono più contento di cantare le canzoni scritte da Johnson e Simmons che le mie, mi sono sempre sentito a mio agio più come interprete che come cantautore”. “Siamo molto fieri di come la band è oggi”, ha detto Patrick Simmons, l’unico componente ad essere sempre stato nell’organico, del quale negli anni hanno fatto parte la bellezza di 29 diversi musicisti, “Ho sempre sognato di fare parte di una band così longeva, qualcosa di molto più grande di me. Molte band vivono qualche anno, se sono fortunate, noi invece siamo ancora qui ed è una cosa magnifica, musicalmente e umanamente”.

Il nuovo album è nato durante la pandemia, la band voleva far uscire solo un Ep da quattro brani, ma il progetto si è sviluppato ed è cresciuto  “Tornare a suonare in studio, essere entrati nella Rock’n’roll Hall of Fame, preparare questo tour con la presenza di Michael, è un po’ come ricominciare tutto da zero”, ha detto ancora Johnston, “cinquant’anni dopo avere una nuova occasione non è niente male…”.

Ultime notizie