domenica, 26 Settembre 2021

Eurovision 2022, Italia strutture inadeguate per il Song Contest

Manca meno di un anno all'Eurovision 2022 e l'Italia è priva di strutture adeguate per ospitare un ampio numero di persone: Roma esclusa.

Da non perdere

In vista dell’Eurovision 2022, la Rai ancora tergiversa sulla scelta della città che ospiterà il prossimo Eurovision Song Contest. Come già preannunciato, Roma è stata definitivamente esclusa, mancano arene e palazzi con tutti i requisiti per poter ospitare gli spettatori: bocciato il Palazzo dello Sport perché il tetto non reggerebbe alcuni carichi importanti; ma bocciata anche la Fiera di Roma perché i suoi padiglioni sono troppo bassi.
Roma, con i suoi oltre 2 milioni di abitanti, non ha una struttura nella quale riuscirebbe ad ospitare grandi eventi e migliaia di persone.

Ma il problema non riguarda solo Roma, la situazione interessa gran parte d’Italia, in quanto il requisito minimo per l’Eurovision Song Contest parte da 8mila posti e nel nostro Paese sono poche le strutture capaci di ospitare oltre 10mila persone.

Nel sud Italia sono solo due le strutture capaci di ospitare circa 8mila persone: il PalaCalafiore di Reggio Calabria e il PalaSele di Eboli. Molte delle strutture costruite in Italia sono esclusivamente legate agli investimenti dei vari eventi sportivi che si sono susseguiti negli anni: Palazzo dello Sport di Roma, pensato per l’Olimpiade 1960, Pala Alpitour di Torino per i Giochi Olimpici invernali del 2006, o il Palazzo a Vela per il centenario dell’Unità d’Italia.

Ultime notizie