sabato, 18 Settembre 2021

Lite per futili motivi degenera: fidanzato cerca di strangolare la ragazza e finisce in carcere

Lei se l'è cavata con una prognosi di 10 giorni, lui è stato arrestato e portato in carcere con l'accusa di tentato omicidio.

Da non perdere

Un 23enne cittadino delle Filippine è stato arrestato dalla Polizia a Bologna con l’accusa di tentato omicidio. Ieri sera, infatti, durante una lite con la fidanzata, una 27enne italiana, le avrebbe messo le mani attorno al collo per cercare di strangolarla; fortunatamente la ragazza è riuscita a divincolarsi. Ad avvisare il 113 pochi minuti prima dell’1 di notte, è stato uno dei vicini di casa, in via Agucchi nella periferia della città, richiamato dalle urla che provenivano dall’appartamento. Quando i poliziotti sono arrivati sul posto, hanno trovato la ragazza con evidenti lividi sulle braccia e sul collo.

La 27enne ha raccontato agli agenti la violenta discussione scoppiata tra i due una discussione per futili motivi, interrotta dall’arrivo di alcuni amici per cena. Quando questi li hanno lasciati soli, la lite tra i due è ricominciata, poi degenerata. Allo schiaffo di lei, lui le ha messo le mani al collo. Accompagnata all’ospedale, ne avrà per 10 giorni; il 23enne,risultato incensurato, è stato arrestato e portato in carcere.

Ultime notizie