mercoledì, 22 Settembre 2021

Polonia, si alla legge sui media: “tentativo di mettere a tacere voci critiche contro il governo”

L'obiettivo della legge, secondo i critici, è portare l'americana Discovery a rinunciare e a vendere Tvn.

Da non perdere

Oggi in Polonia è stata approvata una nuova legge sui media, oggetto di molte critiche e dibattiti da parte dell’opposizione, la quale l’ha definita come “un tentativo di mettere a tacere le voci critiche nei confronti del governo”.
La legge prevede che i media, d’ora in poi, vengano controllati dai proprietari nazionali, affinché vengano protetti da potenze straniere considerate “ostili”, come quella Russa e Cinese.
L’obiettivo di questa legge è aggravare il rapporto con gli Stati Uniti e far aumentare all’Unione Europea le preoccupazioni sulla libertà dei media in Polonia; invece altri, i critici, pensano sia un modo per portare l’americana Discovery a rinunciare e a vendere Tvn, cioè il network più grande della Polonia. Pochi giorni fa per le strade e le piazze di Varsavia la gente è scesa per manifestare.

Ultime notizie