mercoledì, 22 Settembre 2021

È di Laura Ziliani il corpo rinvenuto nel bresciano, lo conferma l’autospia

Le analisi sui resti sono state effettuate dal dipartimento di medicina legale degli Spedali Civili di Brescia, dalle quali non si rilevano segni di violenza.

Da non perdere

Il risultato dell’autopsia conferma che è di Laura Ziliani il corpo ritrovato nel bresciano, in un torrente nei pressi di Temù. Sarebbe stata una cisti sotto il piede, a confermare il riconoscimento della ex vigilessa della Valcamonica, scomparsa dall’8 maggio scorso.

Le analisi sui resti sono state effettuate dal dipartimento di medicina legale degli Spedali Civili di Brescia, dalle quali non si rilevano segni di violenza. Si procederà, ora, all’esame degli organi interni per determinare la causa della morte e valutare l’ipotesi di un possibile avvelenamento.

Il corpo indossava anche un paio di orecchini, che sono stati riconosciuti dai parenti. Per la scomparsa della donna sono indagate due delle tre figlie e l’abitazione, sita a Temù, è posta sotto sequestro. Laura Ziliani era rimasta vedova nel 2012 quando il marito morì travolto da una valanga.

Ultime notizie