sabato, 25 Settembre 2021

Consumi culturali ai tempi del covid: aumento del 17% per gli italiani

Incertezze e timori per via del Covid influenzano la vita e il nostro modo di vivere gli eventi: limite di ingressi e uso del green pass fondamentali per ritornare alla normalità.

Da non perdere

Sembra rialzarsi il tasso di italiani che ha iniziato ad acquistare nuovamente beni e servizi culturali, dopo il crollo provocato dalla pandemia. Nell’indagine condotta dall’Osservatorio di Impresa Cultura Italia-Confcommercio, in collaborazione con Swg, si parla di un aumento del 17%: la spesa media mensile per famiglia è passata da 60 euro (nel dicembre 2020) a 70 euro a giugno 2021.
La ripartenza resta comunque critica soprattutto per chi è rimasto fermo durante i vari lockdown: nel mese di giugno solo il 2% ha comprato biglietti per spettacoli e concerti dal vivo, il 3% per teatro e il 4% per cinema.
Incertezze e timori per via del Covid influenzano la vita e il nostro modo di vivere gli eventi. Altre due le misure che potrebbero incentivare gli italiani sotto il profilo della sicurezza: il limite di ingressi e l’uso del green pass, per assicurarsi totale sicurezza.
In aumento, invece, i lettori dei libri in formato cartaceo, che continua a coesistere con il formato digitale. Quanto alla fruizione televisiva, sono molte le persone che utilizzano quotidianamente piattaforme streaming a pagamento, si tratta di un quarto degli italiani.

Ultime notizie