martedì, 21 Settembre 2021

“Sono il figlio di Antonio prendi un po’ di frutta”: anziani adescati e derubati. Sette in manette

"Sono il figlio di Antonio, non mi hai riconosciuto? Ho della frutta nel furgone, ne vuoi?" Offrivano in regalo cassette di frutta, nella realtà andata a male, adescando gli anziani.

Da non perdere

Acquistavano ad un prezzo simbolico frutta e verdura prossima alla scadenza o addirittura avariata, ai mercati generali di Torino, fingendo di regalarla ad anziani che in realtà venivano derubati. Questa l’accusa che pende su sette napoletani di età compresa tra i 27 e i 49 anni, arrestati per furto e truffa aggravata da parte dei Carabinieri del nucleo di Villanova, in provincia di Asti.

Si contano 52 episodi, ma potenzialmente potrebbero essere di più, la strategia attuata era molto semplice e allo stesso tempo efficace: “Sono il figlio di Antonio, non mi hai riconosciuto? Ho della frutta nel furgone, ne vuoi un po’?”. Tante le vittime tra marzo e giugno 2021, con anziani non solo di Asti raggirati grazie allo stratagemma attuato davanti a supermercati, ospedali e Asl.

I 7 malviventi, a bordo di furgoncini, offrivano in regalo cassette di frutta andata a male, prendendo in contropiede le vittime, che nell’intento di sdebitarsi con qualche banconota venendo contestualmente derubate con la scusa di “Dare il resto”. Diversi anziani erano così in confusione, tanto da cadere nel dubbio di conoscere realmente il fantomatico “figlio di Antonio”.

L’operazione è stata supportata dai Carabinieri appartenenti ai Comandi provinciali di Asti, Torino, Napoli e Verona; cinque arrestati sono stati portati in carcere, gli altri due invece sono stati condannati agli arresti domiciliari ad Afragola, in provincia di Napoli.

Ultime notizie