sabato, 16 Ottobre 2021

Saldi, prove di ripartenza dopo il covid in tutta Italia: i commercianti ci sperano

Saldi estivi in tutta Italia, le danze sono state aperte il 1° luglio dalla Sicilia; posticipano l'inizio la Puglia e la Basilicata. Le stime delle associazioni di categoria fanno ben sperare.

Da non perdere

Oggi il via ufficiale ai saldi estivi in tutta Italia, le danze sono state aperte il 1° luglio dalla Sicilia; decidono invece di posticipare l’inizio degli sconti, Puglia il 24 luglio e Basilicata il 2 agosto. Quest’anno i saldi rientrano in una delle prove di ripartenza il commercio, a causa dell’emergenza sanitaria: Confcommercio ha stimato circa 171 euro di spesa a famiglia, e 74 a persona.

La Fismo, l’associazione delle imprese del commercio moda aderenti a Confesercenti, ha lanciato un sondaggio i cui risultati fanno prevedere stime più confortanti e ottimiste. Si tratterebbe quindi in media, di una cifra di 285 euro di spesa a famiglia, che equivarrebbero 124 euro a persona. Dai dati rilevati è emerso che un italiano su tre non spenderà più di 100 euro; al contrario il 20% spenderà più di 200 euro. Ad ogni modo, i dati sono lontani dalla vita pre-covid della stagione 2019.

“Sconti buoni, in netta risalita rispetto a quelli di quest’inverno, anche se inferiori rispetto a quelli record registrati la scorsa estate” queste le parole di Unc Unione Nazionale Consumatori. Il Codacons sottolinea la concorrenza creata dagli e-commerce e anche la minore presenza di stranieri nel nostro paese, nonostante ciò le stime sembrano essere “eccessivamente ottimistiche”.

Ultime notizie