lunedì, 25 Ottobre 2021

Via ai saldi, inizia oggi la Sicilia. Ultima la Basilicata dal 2 agosto

Oggi al via in Sicilia, dal 3 luglio in tutte le regioni italiane, fine luglio e inizio agosto per Puglia e Basilicata.

Da non perdere

Da oggi può dirsi ripartita anche la bella stagione dei saldi, con un rilancio del settore moda, da sempre condizionato positivamente durante il periodo di sconti. La Sicilia farà da apripista, mentre più o meno tutte le regioni italiane la seguiranno a partire dal 3 luglio; solo in Puglia e Basilicata si dovrà ancora attendere il 24 luglio e il 2 agosto per godere dello shopping in saldo.

Secondo quanto affermato da Renato Borghi, presidente di Federazione Moda Italia-Confcommercio, infatti, “Dopo l’annus horribilis, l’auspicio è che riparta la corsa allo shopping. C’è tanta voglia di libertà e di ritorno ad una nuova normalità. E, dopo un lungo periodo di restrizioni, i saldi estivi rappresentano un’occasione importante per recuperare il tempo perduto e rinnovare il guardaroba per le vacanze, acquistando anche a prezzi convenienti”.

Ed è proprio questo che gli italiani amano fare, con una stima di 2,6 miliardi di euro totali di affari da parte dell’Ufficio Studi Confcommercio e una spesa in capi a saldo per ogni famiglia pari a 171 euro (74 pro capite).

E se la moda non può attendere oltre, il consumatore e il commerciante non possono esimersi dal rispettare alcune semplici regole per degli acquisti in tutta sicurezza, anche in tempi pandemici:

  • i cambi sono sempre possibili se il capo è danneggiato o non conforme; invece negli altri casi, diventa discrezionale, sulla base delle scelte operate dal negoziante.
  • i capi possono essere provati o meno, sempre rispettando la discrezionalità del negoziante;
  • i pagamenti cashless sono preferibili a quelli in contanti, seppur permessi;
  • i capi in saldo devono avere carattere stagionale, deprezzandoli se non venduti in poco tempo;
  • il prezzo iniziale e finale devono essere sempre esposti;
  • le distanze interpersonali di un metro tra i clienti del negozio vanno sempre mantenute;
  • le mani sempre igienizzate con prodotti fruibili dai clienti;
  • la mascherina va sempre indossata in luoghi chiusi, quindi anche nei negozi di abbigliamento, da personale e clientela;
  • le modifiche sartoriali sono a carico del cliente;
  • il numero massimo di persone nel negozio va esposto con un cartello all’ingresso degli store.

Ultime notizie