mercoledì, 4 Agosto 2021

Svolta nel caso Ziliani: indagate per omicidio due delle 3 figlie della vigilessa scomparsa

La donna era uscita dalla sua casa di Temù per una passeggiata, ma senza fare più ritorno.

Da non perdere

Svolta nel caso Ziliani, l’ex vigilessa 55enne scomparsa nei primi di Maggio in un paese in provincia di Brescia: indagate due delle tre figlie per omicidio.

Due mesi fa, l’allarme circa la scomparsa di Laura Ziliani era stato lanciato proprio dalle figlie: la donna era uscita dalla sua casa di Temù per una passeggiata, ma senza fare più ritorno. Una telecamera in paese l’aveva ripresa mentre si allontanava dall’abitazione mentre un testimone raccontò di averla incrociata su di un sentiero.

Nei dieci giorni successivi, le ricerche a cura dei volontari non avevano restituito buon esito, salvo il ritrovamento del cellulare in garage.

A ormai due mesi dalla scomparsa, le indagini condotte dalla Procura di Brescia hanno evidenziato delle incongruenze nei racconti di due delle tre figlie, la maggiore e la minore. Tali incongruenze hanno portato a far scattare l’iscrizione nel Registro degli Indagati per omicidio, delle due ragazze, nonché al sequestro dell’abitazione di Temù dove la donna si trasferiva non appena poteva.

Ultime notizie