domenica, 25 Luglio 2021

Migranti “soccorsi” in acque internazionali e rimandati in Libia, Sea Watch: “Respingimento illegale”

Nuovo respingimento di migranti avvenuto nel Mediterraneo, l'Ong Sea Watch denuncia l'accaduto: 200 migranti sarebbero stati intercettati e riportati in Libia.

Da non perdere

Un nuovo respingimento di migranti si è verificato nel Mediterraneo; è quanto denunciato dalla Ong Sea Watch, in seguito al soccorso effettuato in mare di 200 persone dal mercantile Vos Triton.

L’imbarcazione Seabird della Ong era presente sul posto e ha potuto documentare la situazione: la Guardia costiera libica ha raggiunto il mercantile Vos Triton che ha soccorso in acque internazionali, solo dopo le pressioni di Seabird, i 200 migranti ormai stremati, presenti su un’imbarcazione di legno. Alcuni migranti, riferisce Sea Watch si sarebbero gettati in mare per non finire sul mezzo militare, che per loro significherebbe ritornare nuovamente nelle carceri libiche.

Anche Alarm Phone denuncia l’accaduto, segnalando che Vos Triton che ha soccorso i migranti sta navigando verso Sud. Questo secondo il servizio telefonico si configurerebbe come un respingimento illegale e violerebbe i diritti umani e i diritti di asilo.

Ultime notizie