sabato, 16 Ottobre 2021

Firenze, condannato a 9 anni di reclusione va via dall’Italia e torna con una nuova identità: arrestato

Arrestato un uomo di 46 anni accusato di diversi reati e condannato ad una reclusione di 9 anni. L'uomo è tornato in Italia dopo aver acquisito una nuova identità.

Da non perdere

È stato tratto in arresto un 46enne di origini bosniache dai Carabinieri di Pelago nel tardo pomeriggio di ieri. L’uomo era già stato condannato a 9 anni di reclusione e con una pena residua da scontare di 6 anni e 8 mesi per associazione a delinquere finalizzata al traffico internazionale di stupefacenti e allo sfruttamento della prostituzione commesso nelle province di Ascoli, Piceno, Macerata e Roma tra il 1999 e il 2000. L’uomo era stato scarcerato per scadenza dei termini cautelari nel 2008, acquisendo una nuova identità albanese per poi ritornare in Italia circa un anno fa.

Al controllo da parte dei Carabinieri, l’uomo aveva esibito un passaporto in regola che non dava alibi a sospetti, salvo il permesso di soggiorno scaduto. In seguito però ad un più approfondito controllo e sottoposto l’uomo a rilievi foto-dattiloscopici si è risaliti alla sua reale identità, sulla quale gravava il provvedimento restrittivo.

L’uomo vent’anni fa era coinvolto con altri sodali in un traffico internazionale di stupefacenti (eroina, cocaina, hashish) e in un giro di prostituzione con numerose ragazze straniere fatte entrare clandestinamente sul territorio nazionale e poi costrette ad esercitare la prostituzione anche con minacce. L’uomo è stato arrestato e portato nel carcere di Firenze Sollicciano.

Ultime notizie