martedì, 19 Ottobre 2021

Minsk, boeing Ryanair dirottato per arrestare dissidente bielorusso: monta la polemica politica

Il giornalista Roman Protasevich è stato arrestato. Fondatore di Nexta, dichiarata estremista perché usata per organizzare le proteste contro Lukashenko, Protasevich da novembre era fuggito dalla Bielorussia e viveva a Vilnius; potrebbe rischiare fino a 15 anni di carcere.

Da non perdere

Grande scalpore per la vicenda del Boeing 737 di Ryanair costretto a dirottare all’aeroporto bielorusso di Minsk, ufficialmente per motivi di sicurezza. Il velivolo era partito da Atene con 171 passeggeri a bordo ed era diretto a Vilnius, in Lituania. Una volta effettuato l’atterraggio d’emergenza, la Polizia locale ha prelevato un viaggiatore, il 26enne Roman Protasevich, oppositore bielorusso, giornalista e fondatore di Nexta, un grande canale informativo su Telegram del Paese. L’uomo era da mesi nel mirino del presidente bielorusso Alexander Lukashenko.

Ryanair ha commenta in una nota: “L’equipaggio del volo diretto da Atene a Vilnius stato informato di una potenziale minaccia alla sicurezza a bordo dai controllori del traffico aereo bielorussi che hanno dato l’ordine di dirottare verso l’aeroporto più vicino, Minsk. L’aereo è atterrato in sicurezza e i passeggeri sono stati fatti sbarcare per consentire i controlli di sicurezza delle autorità locali”.

A bordo “non è stato trovato nulla e le autorità hanno autorizzato l’aereo a ripartire con i passeggeri e il personale dopo circa cinque ore”. I passeggeri, infatti, sono appena ripartiti. Fa specie non ci sia nessuna menzione sul passeggero arrestato.

A chiarire la vicenda, la presidenza bielorussa ha fatto sapere alle agenzie stampa che Lukashenko ha ordinato personalmente che un Mig-29 scortasse il Boeing Ryanair all’aeroporto di Minsk, dopo un allarme bomba “ricevuto mentre l’aereo era sul territorio nazionale, in seguito al quale le autorità hanno dichiarato che sul velivolo non sono stati trovati esplosivi”.

Subito dopo, il ministero dell’Interno ha confermato che Roman Protasevich è stato arrestato. Va ricordato che Nexta lo scorso anno era stata dichiarata estremista perché usata per organizzare le proteste contro Lukashenko. Protasevich, da novembre fuggito dal Paese e ormai residente a Vilnius, potrebbe rischiare fino a 15 anni di carcere.
Il capo dello Stato della Lituania, Gitanas Nauseda,  ha chiesto urgentemente la liberazione del giornalista. “È un evento senza precedenti” scrive sul suo profilo social, “il regime bielorusso è dietro questa azione abominevole. Chiedo urgentemente di liberare Protasevich!”.

Nauseda, a sostegno della sua richiesta, domanda anche l’intervento della Nato e dell’Icao, l’organizzazione Onu per l’aviazione civile. Ma non solo il capo lituano si schiera a supporto del giornalista. A chiedere il rilascio immediato di Protasevich c’è anche il Presidente del Parlamento europeo David Sassoli, che twitta: “Abbiamo bisogno di spiegazioni immediate”. Ancora, sempre via social, la presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen anticipa che la storia non finirà così: “È assolutamente inaccettabile costringere il volo Ryanair ad atterrare a Minsk. Tutti i passeggeri devono essere in grado di proseguire il loro viaggio a Vilnius immediatamente e la loro sicurezza deve essere garantita. Qualsiasi violazione delle regole del trasporto aereo internazionale avrà conseguenze”.

Tadeusz Giczan, direttore di Nexta, ha ricostruito quanto accaduto, dichiarando che gli agenti del Kgb, il servizio segreto bielorusso,  “sono saliti ad Atene assieme a Protasevich (che ha notato persone che scattavano foto a lui al gate d’imbarco). Quando poi l’aereo è entrato nello spazio aereo della Bielorussia gli agenti del Kgb hanno iniziato una rissa con il personale di volo di Ryanair dicendo che c’era un esplosivo a bordo. A quel punto dalla cabina è stato lanciato l’Sos (proprio pochi attimi prima di lasciare lo spazio aereo bielorusso). I Mig-29 hanno affiancato l’aereo e scortato fino a Minsk. I servizi di sicurezza sono saliti a bordo e hanno arrestato Protasevich”.

Ultime notizie