mercoledì, 20 Ottobre 2021

Ciclismo, XV tappa Giro d’Italia: Campenaerts vince in fuga

Una tappa difficile resa quasi impossibile da un diluvio universale che ha provocato brutte cadute, 4 ritiri e problemi a Nibali.

Da non perdere

La quindicesima tappa di un Giro d’Italia come quello di quest’anno, davvero molto ostico, non è stata affatto una passeggiata: sul percorso 145 km Grado-Gorizia, complice l’imperversare di un violento nubifragio, la caduta ha provocato seri problemi anche a un big di queste gare come Buchmann, che assieme a van Emden, Berhane e Guerreiro ha terminato la propria corsa.

Anche Nibali ha accusato problemi al costato dopo una brusca frenata per evitare un atleta caduto lungo la sua traiettoria. Si attende l’esito di approfondimenti radiologici per capire l’entità dell’infortunio.

Il gioco di squadra, invece, si è fatto valere per la sudafricana Qhubeka-Assos, per cui gioca il belga Campenaerts, vincitore della tappa, che sulla performance globale del team, composto anche da Walscheid e Wisniowski, commenta in questi termini la vittoria: “È stata una giornata incredibile, siamo un’unica squadra e oggi abbiamo fatto un grande lavoro: eravamo tre ragazzi in fuga, tutti motivati a fare del nostro meglio. Anche perché le prossime tappe sono per gli scalatori”.

Lo scatto in fuga per i 20 km finali, sostenuto dal lavoro di Walscheid ha permesso all’atleta di tirare in scoccata fino al traguardo. Dietro di lui sul podio Riesebeek e Torres.

Ultime notizie