giovedì, 24 Giugno 2021

Roma, Calenda dice no agli accordi con Raggi

Il candidato si dice quindi sicuro di volere la maggioranza per poter cambiare davvero le cose, puntando a passare il primo turno, in ogni caso no agli accordi con Raggi.

Da non perdere

Il candidato sindaco di Roma Carlo Calenda, nonchè leader di Azione, ha rilasciato un’intervista a Tagadà su La7 dove ha parlato del suo programma elettorale e di che tipo di sindaco vorrebbe essere per i cittadini romani: “Se i cittadini vogliono un sindaco indipendente che faccia il sindaco mi voteranno. Io manderò un mio curriculum a tutti i romani. Proverò così, se non va bene si terranno il M5s, il Pd o la destra”.

Continua sottolineando le forti differenze con l’ex ministro dell’Economia Roberto Gualtieri nella gestione dell’amministrazione e in merito alla richiesta di fare un passo indietro alla corsa al Campidoglio per sostenerlo e dare un senso di unità del centrosinistra risponde: “Io sono da 8 mesi in campo, non funziona così”.

Il candidato si dice quindi sicuro di volere la maggioranza per poter cambiare davvero le cose, puntando a passare il primo turno e alla domanda su quale sia la percentuale di voti sotto la quale avvertirebbe il fallimento, ribatte: “Il ballottaggio” – “io con Raggi un accordo non lo faccio”.

Ultime notizie