martedì, 28 Settembre 2021

Delitto di Avellino: i fidanzati si avvalgono della facoltà di non rispondere

Giovanni ed Elena, accusati ed ora in carcere per la morte del padre di lei, Aldo Gioia, si sono avvalsi della facoltà di non rispondere. La decisione è stata notificata al Gip Tribunale di Avellino dai loro difensori, Vanni Cerino del Foro di Napoli e Mario Villani.

Da non perdere

Non hanno risposto i fidanzati di Avellino, avvalendosi della facoltà di non rispondere, Giovanni Limata, 23 anni ed Elena Gioia, 18 anni, accusati dell’omicidio di Aldo Gioia, 53 anni, padre della giovane. L’uomo da tempo era in contrasto con la relazione dei due e sarebbe stato ucciso con sette coltellate nel sonno dal fidanzato della figlia.

Ultime notizie