venerdì, 19 Luglio 2024

Thaira Couture sul Red Carpet di Venezia 2023, “Emozione fortissima, ho conosciuto persone speciali”: intervista con Sara Riuiu

Il Red Carpet di Venezia è il sogno di chiunque intenda fare carriera nell'alta moda. Nel 2023, sopra il tappeto del Festival in laguna, tra modelle e celebrità del cinema, è sfilato anche un vestito di Thaira Couture. Abbiamo parlato con la stilista Sara Ruiu per farci raccontare l'emozione di passeggiare sull'ambitissimo tappeto rosso.

Da non perdere

Il Red Carpet di Venezia è il sogno di chiunque intenda fare carriera nell’alta moda. Nel 2023, sopra il tappeto del Festival in laguna, tra modelle e celebrità del cinema, è sfilato anche un vestito di Thaira Couture. Il brand made in Italy è stato invitato tra il 31 agosto ed il primo settembre in occasione della Prima del film Poor Things, diretto da Yorgos Lanthimos e interpretato da Emma Stone, Mark Ruffalo, Willem Dafoe, Ramy Youssef e Jerrod Carmichael tra gli altri.

Thaira Couture si è già fatta spazio nel campo della moda: nasce nel 2019 e supera le difficoltà legate alla pandemia che ha devastato molte aziende del mercato globale. Nel 2020 partecipa alla Milano Fashion Week. Mantenendo una linea di alta moda, sceglie di proporre anche delle collezioni street-wear, più accessibili al grande pubblico. “Il mio obiettivo è esaltare la bellezza di una donna. Voglio che la donna si senta sicura e impreziosita” sostiene la stilista di Thaira Couture Sara Ruiu. Abbiamo parlato con lei per farci raccontare l’emozione di passeggiare sull’ambitissimo tappeto rosso tra fotografi e personaggi illustri:

Camminare sopra il Red Carpet durante il Festival di Venezia è uno dei sogni di chi si avvicina all’alta moda. Che emozione ha provato quando Thaira Couture ha ricevuto l’invito?
“Quando sono stata chiamata come ospite è stata un emozione fortissima anche se inizialmente non ho realizzato, cosa che è avvenuta invece proprio sul Red Carpet. È una cosa che ho fatto senza farmi troppi problemi, alla fine ho pensato: vada come vada… Ho voluto godermi l’esperienza e prendere tutte le good vibes che mi ha dato questa esperienza”

Che effetto fa muoversi in mezzo a fotografi e giornalisti pronti a cogliere ogni minimo dettaglio? Ti senti a tuo agio?
“Devo dire che si, mi sono sentita a mio agio, sono comunque abbastanza abituata dalle esperienze precedenti come sfilate, interviste, shooting. Sicuramente questa è stata una nuova esperienza, in tanti mi hanno detto sembro nata li, che ero nel mio mondo! e queste parole mi hanno fato veramente tanto piacere”

Thaira Couture ospite alla Prima di Poor Things. Interagendo con celebrità della moda e del cinema che tipo di persone hai trovato?
“Ho avuto a che fare con tantissime persone veramente speciali, ma soprattutto belle dentro. È sempre un onore per me fare nuove conoscenze soprattutto nel mondo dell’arte ed è solo quando conosci la persona che capisci realmente quanta Arte è!” 

Come nasce Thaira Couture?
“Il nome Thaira è il nome di mia nipote, figlia di mia sorella. Thaira couture nasce dall’esigenza di idealizzare una donna forte e sensuale, il tutto esaltato da tessuti e ricami pregiati, quasi a creare un abito gioiello che permette alla donna di sentirsi una gemma preziosa. Negli ultimi anni abbiamo però aperto la strada anche al maschile con la stessa idea. Abbiamo creato da un anno anche la sezione street-wear, abbigliamento comodo ma allo stesso tempo con il giusto tocco di eleganza che permette di essere indossato in qualsiasi occasione”. 

Un consiglio a chi vuole avviare una carriera nel mondo dell’alta moda.
“Beh l’alta moda non è sicuramente il campo più facile della moda , anzi ci vuole tanta pazienza e al giorno d’oggi diciamo che bisogna essere capaci di reinventarsi sempre per stare al passo con gli altri. Il mio consiglio è quello di crederci sempre e credere in voi stessi, la strada è lunga ma non per questo, impossibile”.

Ultime notizie