giovedì, 25 Luglio 2024

Taiwan, il violento tifone Haikui scatena la sua forza sull’isola: venti a 191 km/h e più di 7000 persone evacuate

L'impatto del tifone a terra, con piogge torrenziali e alte onde sulle coste, si è riversato soprattutto nelle zone a sud-est dell'isola. Un video pubblicato sui social mostra un'automobile spinta indietro dalla sconvolgente forza dei venti, ripresa da numerose persone rifugiatesi all'interno di un ristorante.

Da non perdere

Il poderoso tifone Haikui era atteso con forte allerta per le ore 17 locali– le 11 italiane- e ha toccato terra a Taiwan con circa 30 minuti di anticipo rispetto alle previsioni dell’ufficio meteorologico nazionale, preceduto da diverse ore di pioggia intensa e mare agitato. Si tratta del primo tifone ad abbattersi sull’isola da quattro anni a questa parte e già si contano ingenti danni. Preventivamente 2800 persone erano state evacuate dalla zona montagnosa del sud-est di Taitung, in attesa di venti fino a 150 chilometri orari. Con l’approssimarsi del tifone, di portata sempre più travolgente, il governo ha dichiarato che in totale le evacuazioni hanno riguardato più di 7000 persone, per lo più nelle zone meridionali e orientali.

Con un messaggio da parte del presidente, Tsai Ing-wen, tutta la popolazione è stata invitata a restare presso le proprie abitazioni, mentre la maggior parte delle attività nella parte orientale dell’isola sono state chiuse e circa 200 voli interni sono stati annullati. Al momento le prime notizie riportano scenari allarmanti, con raffiche di vento che hanno toccato i 191 km/h, come riportato dall’Ufficio Centrale del Tempo (CWB). Alcuni video diffusi sui social mostrano persino un’automobile spinta all’indietro, nonostante i fari e i tergicristalli in funzione suggeriscano che il conducente all’interno stesse cercando di contrastare la corrente tramite il motore della vettura. Le voci esterrefatte di coloro che riprendevano- riparatisi all’interno di un ristorante- fanno da sottofondo ai persistenti sibili del vento, che fa oscillare i semafori e quasi sembra abbattere i pali della luce.

Da svariate parti dell’isola giungono le comunicazioni delle emergenze causate dal maltempo: due persone sarebbero rimaste ferite da un albero sradicato abbattutosi su un’auto, decine di altri cittadini avrebbero ugualmente riportato ferite per la caduta di numerosi detriti. I funzionari e il dipartimento dei pompieri di Taiwan ricevono continue segnalazioni e restano instancabilmente all’opera per soccorrere i connazionali. Nelle settimane estive numerose e gravi sono state le segnalazioni di eventi climatici estremi in ogni angolo del globo, richiamando ad una sempre più necessaria consapevolezza sulla crucialità dei comportamenti umani per preservare gli equilibri del pianeta. Non è trascorso molto infatti dalle ondate di maltempo straordinario che hanno interessato anche la nostra penisola, con gli impetuosi nubifragi che hanno colpito la zona di Milano e il Nord Italia.

Ultime notizie