giovedì, 18 Luglio 2024

Omicidio Carol Maltesi, motivazione del mancato ergastolo a Fontana: “Lei disinibita”

Il mancato ergastolo a Davide Fontana per l'omicidio di Carol Maltesi, uccisa brutalmente, ha suscitato molta indignazione, in particolare per le motivazioni della sentenza. Il giudice: "Non sarebbe stato diverso se la ragazza avesse fatto la suora anziché l'attrice".

Da non perdere

Il mancato ergastolo a Davide Fontana per l’omicidio di Carol Maltesi, uccisa brutalmente, ha suscitato molta indignazione, in particolare per le motivazioni della sentenza. “Lei disinibita, lui si sentì usato, era innamorato perdutamente”, hanno stabilito i giudici del Tribunale di Busto Arsizio. Davide è stato condannato a 30 anni di carcere. Il presidente della Corte d’Assise, Giuseppe Fazio, si è dichiarato allibito: “È il contrario di quello che abbiamo scritto nelle motivazioni“.

La famiglia della vittima, ex commessa diventata attrice hard e vicina di casa di Davide, ha parlato di “evidente violazione della dignità dell’essere umano“. Ma il giudice assicura: “Non sarebbe stato diverso se la ragazza avesse fatto la suora anziché l’attrice. Se non si capisce ciò che abbiamo scritto, è senz’altro un problema mio: ma anche chi legittimamente critica le motivazioni dovrebbe prima leggerle nella loro concatenazione su concetti giuridici, che hanno significato diverso rispetto alla Treccani“.

Ultime notizie