martedì, 31 Gennaio 2023

Guerra in Ucraina, decollano caccia da Bielorussia: suonano gli allarmi per rischio missili. Nuove bombe su Kherson: ucciso un civile

Questa mattina le Forze Armate russe hanno distrutto una centrale elettrica del Lugansk, che secondo Ukrenergo era una delle più moderne. La società energetica Ucraina ha annunciato una nuova interruzione di corrente a Zaporizhzhia, causato dal troppo consumo. Secondo quanto riferito dai media spagnoli, la carta bomba esplosa ieri era diretta all'ambasciatore.

Da non perdere

Dopo aver aperto il fuoco contro un museo d’arte, nella giornata di ieri 30 novembre le Forze Armate russe hanno bombardato nuovamente la città di Kherson, uccidendo un civile. A renderlo noto è stato il capo dell’amministrazione militare regionale, Yaroslav Yanushevych, attraverso un post su Telegram: “Il nemico continua ad attaccare deliberatamente le infrastrutture e i civili. Nel distretto di Kherson, le aree residenziali sono state nuovamente sotto il fuoco nemico: case unifamiliari e condomini sono stati distrutti. Inoltre, i russi hanno bombardato Zelenivka, Tokarivka, Antonivka, Novotiahynka e Darivka. Nel distretto di Beryslav, i russi hanno aperto il fuoco su Matrosivka, Respublikanets e Kachkarivka. In seguito agli attacchi un civile è stato ucciso e due sono rimasti feriti“.

Distrutta la centrale elettrica più moderna del Lugansk

Secondo quanto dichiarato dal presidente della società Ukrenergo, Volodymyr Kudrytsky, le truppe di Mosca hanno distrutto la centrale elettrica più moderna che si trovava nella regione del Lugansk: “Nel 2020 abbiamo costruito e messo in funzione una stazione ad alta tensione, che non ha analoghi impianti in Europa. Era necessaria per fornire un’alimentazione affidabile a circa 500mila consumatori nel Lugansk”.

Blackout nella regione di Zaporizhzhia

Questa mattina il servizio di emergenza di Kiev ha reso noto che 9 persone sono morte per aver infranto le norme di sicurezza nel tentativo di riscaldare la propria abitazione, a causa della mancanza di energia; successivamente Ukrenergo ha riferito di un nuovo blackout generale nella regione di Zaporizhzhia. Secondo quanto riferisce la società, l’interruzione di corrente è stata causata dal “Significativo superamento del consumo di elettricità. L’energia verrà ripristinata quando la situazione si stabilizzerà”.

Allarme aereo in tutta l’Ucraina

Nella giornata di oggi in tutto il Paese, esclusa la Crimea, è scattata l’allerta antiaerea per rischio missili, in seguito al decollo di alcuni caccia russi dalla Bielorussia. Secondo quanto riferiscono alcune televisioni ucraine, citando il gruppo di monitoraggio “Belarusian Gan”, dalla Nazione guidata da Lukashenko sarebbero decollati dei bombardieri MiG-31K dotati di missili ipersonici, che i sistemi difensivi di Kiev non possono intercettare.

Spagna, la carta bomba era diretta all’ambasciatore ucraino

Secondo quanto riferiscono alcuni quotidiani spagnoli, la carta bomba che ieri ha ferito un dipendente dell’ambasciata Ucraina a Madrid, era diretta all’ambasciatore Serhii Pohoreltsev. Il giornale El Paìs inoltre, ha pubblicato alcune foto in cui si legge il nome del diplomatico sull’etichetta di destinazione. Nella giornata di oggi, i servizi di sicurezza del primo ministro Sanchez, hanno affermato di aver già intercettato una bomba-carta lo scorso 24 novembre. Inoltre sembra che un altro pacco sia stato inviato, questa mattina, a una base militare fuori dalla capitale.

Ultime notizie