lunedì, 27 Marzo 2023

Vicenza, conosce un ragazzo in app e subisce abusi sessuali: centro antiviolenza gli nega aiuto

Un ragazzo, dopo essere stato abusato sessualmente da un uomo conosciuto su un'app di incontri, si è recato al centro antiviolenza, dove gli sarebbe stato negato aiuto perché i servizi forniti sarebbero riservati esclusivamente alle donne.

Da non perdere

Nei giorni scorsi, un centro di antiviolenza di Vicenza si sarebbe rifiutato di aiutare un ragazzo vittima di abuso sessuale. Secondo la ricostruzione dell’accaduto, il giovane avrebbe conosciuto un altro uomo su un’app di incontri. Dopo aver subito la violenza, il ragazzo si sarebbe recata al pronto soccorso, ma da lì lo avrebbero rimandato alla struttura, dove l’aiuto gli sarebbe stato negato perché i centri si occupano solo di donne.

A riferire l’accaduto è l’avvocato Alessandra Bocchi, legale della vittima, che ha espresso parole negative sulla vicenda: “Incredibile che un servizio di supporto pubblico, specie per determinati casi, non venga estesa anche a soggetti maschi”. Il legale ha poi raccontato di seguire i casi di altri due ragazzi vittime di violenza sessuale, che secondo lei “il sistema lascia scoperti”, riscontrando l’origine del problema in una legge regionale del 2013, che prevede l’aiuto da parte dei centri antiviolenza, a titolo gratuito, solo per le donne maggiorenni.

Ultime notizie