domenica, 16 Giugno 2024

Sci alpino, si parte con le tradizionali gare di Soelden: azzurri pronti a brillare sul Rettenbach

Sabato 22 ottobre inizierà la stagione invernale col tradizionale gigante femminile d'apertura sul Rettenbach di Soelden, in Tirolo. Le azzurre Marta Bassino e Federica Brignone subito in caccia del podio nell'incipit stagionale. Tra le novità la presenza di Dominik Paris in gigante domenica.

Da non perdere

Ci siamo finalmente! Dopo tante, troppe parole spese per le vicende legate alle elezioni Fisi piuttosto che al braccio di ferro Kappa-Armani, per cui comunque non si è arrivati ancora a una soluzione, è il momento di iniziare a seguire le prime gare della stagione 2022-23 del circo bianco, che si svolgeranno come da tradizione con i 2 slalom gigante di Sœlden in programma sabato 22 ottobre per le donne e domenica 23 per gli uomini.

L’Italia si presenta al via della stagione invernale nello sci alpino femminile senza dubbio con importanti ambizioni sia nella classifica di gigante che nella generale. Federica Brignone e Marta Bassino sono 2 delle 6/7 favorite per la vittoria nella gara di sabato, entrambe hanno già vinto sul Rettenbach (Marta nel 2020, Fede nel 2015) e nel 2020 realizzarono addirittura una doppietta. Parlando di pretendenti alla vittoria della Coppa del Mondo, Sofia Goggia sarà l’assente nel weekend austriaco e, insieme a Elena Curtoni entreranno in gioco nel primo weekend di gare veloci in programma a metà novembre.

Le altre azzurre presenti a Sœlden sono Roberta Melesi, Karoline Pichler, Ilaria Ghisalberti, Asja Zenere ed Elisa Platino, che torna in Coppa del Mondo dopo oltre 3 anni. L’obiettivo per tutte le citate azzurre è entrare in zona punti. Mikaela Shiffrin e Petra Vlhova, ma anche Worley, Hector, Mowinckel e Liensberger come outsider sono i nomi che insieme a Bassino e Brignone si daranno battaglia nei 10 giganti di Coppa e nel gigante iridato di Courchevel.

A livello maschile il discorso è molto diverso, poiché bisognerà appurare se Marco Odermatt sarà quello dell’anno scorso. In caso di risposta affermativa, si porrebbe fine sin da subito ai discorsi per coppa di gigante, poiché il giovane svizzero ha dimostrato di avere diverse marce in più degli attuali rivali. L’unico che potrebbe in qualche modo limitare i danni è Aleksander Aamodt Kilde, a patto di “stracorrere” in gigante come fatto fino a 3 anni fa. Nella specialità in casa Italia, Luca DeAliprandini è chiamato a un’importante banco di prova questa stagione in cui è chiamato a difendere l’argento mondiale di Cortina. L’azzurro, se al 100%, parte per salire sul podio in ogni gara di gigante. Tra le novità di questo inizio di stagione troviamo il ritorno in gigante di Dominik Paris, chissà che l’azzurro non voglia puntare alla classifica generale di Coppa del Mondo.

Ultime notizie