lunedì, 28 Novembre 2022

Udine, si accascia e perde i sensi durante una videoconferenza: morto 32enne

Il ragazzo ha perso i sensi durante una videoconferenza e sono stati due partecipanti ad allertare i soccorsi. Dopo una ricerca in anagrafica, gli operatori hanno inviato un'ambulanza all'indirizzo registrato che è risultato dei genitori. Giunti all'abitazione del 32enne, i soccorritori l'hanno trovato privo di vita.

Da non perdere

Un ragazzo di 32 anni è morto durante una videoconferenza di fronte agli altri partecipanti residenti in varie zone dell’Italia. Sono stati due di loro, provenienti dalla Campania e dal Veneto, ad accorgersi che il 32enne si era accasciato e aveva perso i sensi; hanno quindi chiamato immediatamente il personale della Sores-Coordinamento Regionale Sanità chiedendo aiuto e dando loro l’identità del ragazzo colto da malore, sebbene nessuno dei presenti avesse indicazioni riguardo l’abitazione o la struttura in cui si trovasse in quel momento.

È stata necessaria una rapida ricerca in anagrafica per trovare l’ultimo indirizzo di residenza registrato, a Cividale del Friuli. È da lì infatti che un’ambulanza è stata inviata in pochi minuti. Tuttavia, giunti sul posto i soccorritori hanno scoperto che si trattava dell’abitazione dei genitori e che il 32enne era in realtà residente in un paese alle porte di Udine. Gli operatori della sala operativa della Sores hanno quindi mandato un’ambulanza da Udine all’indirizzo indicato dai genitori. Con l’aiuto dei Vigili del Fuoco e di un parente, per aprire la porta, i sanitari sono entrati e hanno trovato il ragazzo privo di vita; per lui non c’è stato nulla da fare. Non è il primo episodio del genere, infatti nell’aprile 2021 un ragazzo di 18 anni è morto davanti al pc durante una lezione in dad.

Ultime notizie