venerdì, 23 Febbraio 2024

Milano, figlia segregata e abusata durante riti satanici: indagati genitori affidatari

La ragazza ha raccontato che le violenze dei genitori risalirebbero a circa dieci anni fa e che sarebbe stata abusata dal padre affidatario durante alcuni riti satanici; si tratta di testimonianze che gli inquirenti avevano considerato in un primo momento poco credibili.

Da non perdere

Le vicende di adozione o affido dovrebbero essere tutte storie intrise di amore e speranza,  ma ci sono episodi torbidi che riescono a macchiare anche i gesti più belli. Nella giornata di ieri, 5 ottobre, è scattato l’obbligo di dimora con divieto di avvicinamento per una coppia di genitori affidatari accusati di aver schiavizzato, segregato e violentato per anni la figlia entrata a far parte della loro famiglia già maggiorenne; ai due è stato applicato il braccialetto elettronico per monitorare i loro spostamenti.

Le denunce della figlia

Un caso che si è aperto tempo addietro, a seguito di una denuncia presentata dalla vittima dopo essersi trasferita fuori dal territorio lombardo. La ragazza ha raccontato che le violenze dei genitori risalirebbero a circa dieci anni fa e che sarebbe stata abusata dal padre affidatario durante alcuni riti satanici; si tratta di testimonianze che gli inquirenti avevano considerato in un primo momento poco credibili. Questi fatti agghiaccianti sono emersi ieri, 5 ottobre, a seguito di una misura cautelare disposta dal gip di Milano ed eseguita nel corso delle indagini condotte dalla Direzione Distrettuale Antimafia milanese.
Il caso è nelle mani della Procura che ha ritenuto inopportuno fino a questo momento diffondere la notizia ai media.

Ultime notizie