giovedì, 29 Settembre 2022

Politiche 2022, Salvini e Meloni non ci stanno: “Mai ricevuti soldi dalla Russia”

Un nuovo mostro sembra scuotere le elezioni in programma il 25 settembre prossimo. Secondo Repubblica e secondo la testimonianza di un ex ambasciatore degli Stati Uniti, Lega e Fratelli d'Italia avrebbero ricevuto finanziamenti dalla Russia. I leader dei due partiti però non ci stanno.

Da non perdere

Mentre gli schieramenti politici si preparano alle elezioni in programma il 25 settembre 2022, da oltre oceano arrivano notizie riguardanti il sostegno da parte di Mosca ad alcuni partiti per varie tornate elettorali. Secondo quanto riferito dal Washington Post, la Russia avrebbe finanziato i partiti di altri Paesi dal 2014, tra cui formazioni di estrema destra e candidati alla presidenza. Ben 300 milioni di dollari impiegati fino a oggi e altre centinaia da spendere in futuro, avevano l’obiettivo di influenzare la vita politica delle nazioni estere. Secondo il giornale americano, che cita fonti anonime del governo Usa, tra gli oltre venti paesi interessati ci sarebbero Albania, Montenegro, Madagascar e, “potenzialmente”, Ecuador. Intanto, qui in Italia manca sempre meno all’election day e i vari schieramenti proseguono nella loro campagna elettorale.

Meloni: “FdI non prende soldi dagli stranieri”

Sono tutte verificabili le nostre forme di finanziamento. Sono certa che Fratelli d’Italia non prende soldi dagli stranieri“. Si difende così la leader di Fratelli d’Italia, pronta a querelare Repubblica e l’ex ambasciatore Usa alla Nato, Kurt Volker, inviato speciale per l’Ucraina con il presidente Donald Trump, che in un’intervista al quotidiano ha parlato di eventuali fondi di Mosca al partito di Giorgia Meloni.

Matteo Salvini:” Mai chiesto o ricevuto soldi dalla Russia”

Mai chiesto o ricevuto soldi dalla Russia, gli unici che sono stati pagati sono stati i comunisti e qualche giornale come Repubblica“. Anche Matteo Salvini si difende dalle accuse e dagli articoli di Repubblica: “Facciano nomi e cognomi, chiedono chiarezza prima del voto? Per noi nessun problema“, ha aggiunto il segretario della Lega.

Ultime notizie