giovedì, 29 Settembre 2022

Vaiolo delle scimmie, rallentano i contagi nel mondo. In Italia 760 casi confermati

Il bollettino pubblicato oggi registra un incremento di 20 casi dal 26 agosto. A livello mondiale, nelle ultime due settimane sembra esserci un lieve rallentamento della crescita.

Da non perdere

È in aumento il numero di casi confermati di vaiolo delle scimmie in Italia: sono infatti 760 i contagi attestati, secondo l’ultima rilevazione di oggi, martedì 30 agosto, riportata dal bollettino pubblicato dal ministero della Salute. L’incremento rispetto alla rilevazione precedente che risale al 26 agosto scorso è di 20 casi. Osservando quanto emerge dal bollettino, elaborato sulla base dei dati trasmessi dalle regioni e dalle province autonome, sul totale dei nuovi casi, 749 sono uomini e 11 sono donne. L’età media dei pazienti è di 37 anni e i contagi che possono essere ricondotti a viaggi all’estero sono 205. La regione col maggior numero di casi confermati di Monkeypox-MPX è la Lombardia con 322 segnalazioni, seguita da Lazio con 138, Emilia Romagna con 75, Veneto con 53 e Toscana con 38. L’incremento maggiore rispetto all’ultima rilevazione spetta invece alla Campania, con 5 casi segnalati.

I contagi europei

Mentre i dati italiani sono aggiornati a oggi, l’Ecdc ha pubblicato ieri i dati relativi ai 29 paesi Ue. Dalla rilevazione del focolaio di vaiolo delle scimmie di maggio 2022 fino a ieri, lunedì 29 agosto, i casi sono stati 18.072. Del numero di contagi registrati a livello mondiale parla invece su Twitter Matteo Bassetti, direttore Malattie Infettive dell’ospedale San Martino di Genova: “Continua la corsa del vaiolo delle scimmie che ha ormai superato i 50mila casi nel mondo, anche se nelle ultime due settimane sembra esserci un lieve rallentamento della crescita. Segno che informazione, misure di prevenzione e profilassi vaccinale stanno funzionando. Avanti così”.

Ultime notizie