giovedì, 29 Settembre 2022

Spaccano la vetrina della gelateria col tombino e scappano con l’incasso: ladri “finiscono in ospedale” per l’ecografia

La scorsa notte tre individui sono stati arrestati con l'accusa di aver derubato una gelateria nel centro cittadino di Busto Arsizio. I criminali, di origine marocchina e libica, sono stati portati in ospedale dalla Polizia per una ecografia ossea.

Da non perdere

La scorsa notte tre individui sono stati arrestati con l’accusa di aver derubato una gelateria nel centro cittadino di Busto Arsizio. I malfattori, di origine marocchina e libica, si sono serviti di un tombino per spaccare la vetrina del locale commerciale per entrare e rubare, oltre al contenuto della cassa, anche un pc portatile e dei barattoli che contenevano le offerte benefiche. A dare l’allarme alla Polizia di Stato sono stati alcuni cittadini residenti in via Genova che intorno alle 3 di notte sono stati svegliati da forti rumori provenienti dalla gelateria. Alcuni di loro testimoniano di aver visto fuggire a piedi i tre individui.

Grazie alla collaborazione di un collega della Polizia locale cittadina, in quel momento fuori servizio e casualmente in zona, gli agenti hanno scandagliato le vie del centro individuando i tre giovani. Dopo un fallito tentativo di fuga i ragazzi sono stati fermati e trovati con il bottino della rapina. Privi di documento di riconoscimento hanno dichiarato il falso riguardo a età e nazionalità ma l’ecografia ossea eseguita in ospedale ha certificato la maggiore età di almeno uno di loro. Per i giovani è scattato l’arresto in flagranza per furto aggravato e false dichiarazioni.

Ultime notizie