venerdì, 12 Agosto 2022

“Tota Italia” a Pechino per l’Anno della Cultura e del Turismo tra Italia e Cina

Saranno esposti più di 500 pezzi risalenti all'Italia preromana e sarà un'occasione per sostenere l'uguaglianza, il dialogo, la tolleranza e l'apprendimento reciproco.

Da non perdere

Per celebrare l’Anno della Cultura e del Turismo tra Italia e Cina, dopo le restrizioni e i rinvii causati dalla Pandemia da Covid-19, a Pechino è stata inaugurata la mostra “Tota Italia. Alle origini di una Nazione”, per completare gli eventi organizzati in occasione dei 50 anni delle relazioni diplomatiche bilaterali.

Si tratta di un’esposizione al Museo Nazionale della Cina su piazza Tienanman, che celebra i 110 anni della sua fondazione e che racconta il processo di “romanizzione” della penisola ripercorrendo le tappe che condussero alla riunificazione romana, dal IV secolo a.C fino all’età giulio-claudia.

Fino al 9 ottobre si potranno ammirare più di 500 pezzi appartenenti alla meravigliosa varietà e ricchezza culturale dell’Italia preromana, ma non solo: come affermato dal Presidente Xi Jinping nel suo messaggio inaugurale letto questa mattina da Huang Kunming, membro del Politburo e ministro della Propaganda del Pcc, “la mostra coglierà l’occasione per promuovere gli scambi e l’apprendimento reciproco tra le civiltà, i legami interpersonali e dare nuova vitalità allo sviluppo delle relazioni Cina-Italia“, due Paesi che il Presidente ha definito “eccezionali rappresentanti delle civiltà orientali e occidentali”.

L’obiettivo dell’esposizione è senza dubbio quello di promuovere l’uguaglianza, il dialogo, l’apprendimento reciproco e la tolleranza tra le civiltà, in modo da allontanarsi dal concetto di supremazia culturale attraverso la convivenza.
Anche il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, in un messaggio letto dal ministro della Cultura Dario Franceschini, ha sottolineato come “la cooperazione culturale sia una parte importante dell’amicizia Italia-Cina”, il cui rapporto è profondamente radicato. Inoltre l’ambasciatore Luca Ferrari ha espresso il suo orgoglio per la mostra “Tota Italia”, ricordando “la fondamentale forza della cultura come fattore di avvicinamento dei popoli anche in situazioni difficili”.

Ultime notizie