sabato, 20 Agosto 2022

Guerra in Ucraina, Onu: “Uccisi più di 5mila civili negli scontri”. Gli Usa invieranno 1,7 miliardi di aiuti umanitari a Kiev

L'ultimo bilancio dell'attacco di ieri a Chasiv Yar parla di 38 morti, 9 civili messi in salvo e 400 tonnellate di macerie sgomberate. Il sindaco di Melitopol: "A Myrne è in fiamme la base dell'unità militare del ministero dell'Emergenza". Il commissario europeo alla Giustizia, Didier Reynders, a Praga: "Aperte oltre 21mila indagini sui crimini di guerra".

Da non perdere

Sale a 38 il numero delle vittime dell’attacco russo sferrato ieri sulla città di Chasiv Yar, nella regione di Donetsk. La notizia è stata diffusa via Telegram dal servizio stampa del Ministero degli Affari Interni ucraino. I soccorsi hanno messo in salvo 9 persone, sgomberando oltre 400 tonnellate di macerie. Il sindaco della città di Melitopol, Ivan Federov, ha comunicato che nel villaggio di Myrne è stata incendiata la base dell’unità militare del ministero dell’Emergenza. Federov ha spiegato che gli occupanti hanno nuovamente bloccato i corridoi umanitari per Zaporizhia, non consentendo il passaggio attraverso il posto di blocco a Vaylivka. Dall’inizio dell’offensiva russa, sul suolo ucraino sono 5.024 le persone uccise e 6.520 i feriti negli scontri a fuoco, questo l’ultimo bilancio diramato dall’Ufficio per i diritti umani delle Nazioni Unite.

Ue: “Ci sono oltre 21mila indagini per crimini di guerra”

“Ci sono oltre 21mila indagini per crimini di guerra commessi in Ucraina. Quattordici Stati membri stanno indagando per conto proprio. Lituania, Polonia e Ucraina, e ora Estonia, Lettonia e Slovacchia fanno parte di un team investigativo con Eurojust e la Corte penale internazionale, con la collaborazione degli Stati Uniti”. Così si è espresso il commissario europeo alla Giustizia, Didier Reynders, dopo il Consiglio informale Giustizia tenutosi a Praga. “Il primo passo è quello della raccolta delle prove sui crimini di guerra in Ucraina, poi si potrà discutere sulla giurisdizione: al momento non c’è ancora un accordo su quale corte si occuperà di giudicare questi crimini, potrebbe essere la Corte Penale Internazionale dell’Aja, ma non escludiamo l’ipotesi di creare un tribunale apposito“, ha dichiarato il ministro della Giustizia ceco Pavel Blažek al termine del summit.

Usa invieranno 1,7 miliardi di nuovi aiuti umanitari

Gli Stati Uniti invieranno ancora 1,7 miliardi di aiuti umanitari a Kiev. I nuovi fondi  arrivano direttamente dall’Agenzia Usa per lo sviluppo internazionale, dal Dipartimento del Tesoro e dalla Banca mondiale, si legge in un comunicato dell’Agenzia degli Stati Uniti per lo Sviluppo Internazionale. “È necessario alleviare gli effetti del forte deficit di bilancio causato dalla brutale guerra del presidente russo Vladimir Putin“.

Ultime notizie