sabato, 2 Luglio 2022

Manuel Agnelli, nuovo singolo e album in arrivo: “Proci è la mia Bohemian WRATHsody”

Dopo La Profondità degli Abissi, uscito a dicembre 2021 per la colonna sonora del film Diabolik e vincitore di un David di Donatello per la miglior canzone originale, categoria in cui il brano è candidato anche ai Nastri D'Argento 2022 è in arrivo il nuovo singolo "Proci", in uscita il il 10 giugno. 

Da non perdere

Finalmente è in arrivo l’album solista di Manuel Agnellu, dopo 27 anni di attività, il leader degli Afterhours nonchè ex giudice di X Factor si cimenterà con un album tutto suo: dopo La Profondità degli Abissi, uscito a dicembre 2021 per la colonna sonora del film Diabolik e vincitore di un David di Donatello per la miglior canzone originale, categoria in cui il brano è candidato anche ai Nastri D’Argento 2022 è in arrivo il nuovo singolo “Proci“, in uscita il il 10 giugno.

«Proci è, dopo La profondità degli abissi, l’avanguardia degli inediti che daranno vita al mio primo disco da solo», scrive Agnelli. «È un pezzo a tratti surrealista, dove la Berlino della metà degli anni ’30 si mischia con il punk e con il suono dei supermercati di Cologno Monzese. Mi sono divertito a suonare tutto: la chitarra, i synth, le percussioni, il beat box, la batteria e soprattutto il pianoforte, che qui uso in maniera del tutto singolare come strumento ritmico, come strumento rumoristico e come strumento principale, quello che fa i riff del pezzo».

Il 7 luglio da Torino parte il nuovo tour estivo che toccherà tutta l’Italia.

Il titolo Proci è un ovvio riferimento ai personaggi dell’Odissea, Manuel ha commentato questo singolo così: “È la mia Bohemian WRATHsody” ed ancora  “è la mia odissea, un’odissea nello squallore. Parla di amicizia, di tradimento, di speranze e mediocrità, di ambizioni, di vanità e di delusioni. Soprattutto parla del punto di vista, che è il vero protagonista della canzone e trionfa sempre sulla realtà. Ne parla senza mezze misure. A diga aperta”

E ancora: «La musica è uno strumento meraviglioso che ti permette di esprimere i sentimenti, anche e soprattutto quelli meno nobili, con una franchezza e certo anche una violenza a volte spropositati e difficili nella vita reale: ci permette di rendere nobile la parte meno nobile di noi. Se vogliamo anche senza filtri. Ci permette di svuotarci e così di poterci nutrire di nuovo. Per quello è curativa. Per quello funziona. Così io ne approfitto sempre. Se volete approfittatene anche voi».

Ultime notizie