sabato, 2 Luglio 2022

Green pass, dal 1° giugno non servirà per entrare in Italia. Resta obbligo di mascherina sui trasporti

Il ministro della Salute non prorogherà l’ordinanza che prevede l’obbligo di esibire il green pass base per chi entra in Italia, valida fino al 31 maggio.

Da non perdere

L’arrivo dell’estate, l’inizio delle vacanze e i turisti pronti a trascorrere le ferie nel nostro Paese. Ecco che, grazie ai dati al ribasso degli ultimi mesi, il ministro della Salute Roberto Speranza non prorogherà di nuovo l’ordinanza che prevede l’obbligo di esibire il green pass base (vaccino o tampone) per chi entra in Italia, valido attualmente fino al 31 maggio. Dal 1° giugno dunque addio al certificato verde per chi viaggia in Italia. Si avvicina anche la data del 15 giugno, quando dovrebbe cadere l’obbligo di indossare la mascherina anche in cinema, teatri e spettacoli al chiuso. Restrizione che potrebbe restare ancora per i trasporti, almeno quelli a lunga percorrenza come treni ad Alta Velocità e aerei. Così come dovrebbe restare in ospedali e Rsa.

Le restrizioni nei luoghi di lavoro

Nei luoghi di lavoro privati è stato prorogato fino al 30 giugno il protocollo di sicurezza anti-Covid che prevede l’obbligo di mascherina negli ambienti condivisi. Il protocollo andrà aggiornato a fine mese. Spetterà poi alle parti sociali, in accordo con il governo, stabilire se prorogare l’obbligo o adeguarsi alle regole in vigore negli uffici pubblici, dove l’uso delle mascherine FFP2 è solo fortemente raccomandato.

Ultime notizie