domenica, 29 Maggio 2022

Romics 2022: un viaggio tra cosplay e cultura

A Roma, tra il 7 e il 10 aprile, si è tenuta la XXVIII edizione del Romics, la fiera del fumetto più conosciuta d'Italia. Un viaggio tra cosplay, associazioni culturali, gaming e iniziative solidali

Da non perdere

Il Romics è una delle fiere del fumetto più importanti e attese d’Italia. Dal 7 al 10 aprile, la Nuova Fiera di Roma si è trasformata in un regno fantastico, pronto ad accogliere centinaia di appassionati in un turbinio di colori e costumi. Già arrivando all’ingresso Nord nei giorni di sabato e domenica è stato possibile respirare aria di emozione e divertimento, mentre la fila per entrare diventava sempre più lunga, nonostante il tempo incerto. Tutto intorno decine di persone fremevano per entrare, alcune in borghese, altre in cosplay, altre ancora che utilizzavano quel momento di attesa per sistemare complessi make up o piccoli difetti di abiti particolari. Un fiume umano pronto a riversarsi in un magico mondo, a scambiarsi consigli o a creare raduni di personaggi tratti dallo stesso fumetto, o anime, o serie tv. La posizione prediletta poi di questi cosplay è la “zona degli specchi”, dove una schiera di fotografi allestiscono i set per rendere persone comuni “vip per un giorno”.

Le associazioni culturali

Nato come fiera del fumetto, il Romics ha ben presto aperto le porte a un mondo più ampio, che non si limita al divertimento, al gaming, al costuming, ma promuove anche la cultura attraverso numerose associazioni che allestiscono stand tematici all’interno dei vari padiglioni. Camminando per gli affollati corridoi, ci si imbatte in allestimenti sempre più accurati e complessi, che migliorano a ogni edizione. Ne troviamo per tutti i gusti e generi e ognuno offre un’esperienza unica. Per gli amanti della saga di Harry Potter, a realizzare incantesimi, magici set fotografici e attività ludiche è l’Associazione Culturale Giratempo di Bracciano, che ha ricostruito una vera e propria parte del castello in uno stand sviluppato in profondità.

A seguire, nel nostro tour, ci attende un bel tuffo negli anni ’80 con Ghostbusters Italia, l’associazione interamente dedicata agli Acchiappafantasmi che regala a tutti gli appassionati scenari, attrezzature e figuranti con zaini protonici funzionanti, una vera delizia per chi ha amato quel fantastico decennio cinematografico.

Stormtrooper e Morte Nera… di cosa stiamo parlando? Di Guerre Stellari, naturalmente, tema successivo in questo viaggio all’interno del Romics con l’associazione 501st Italica Garrison.

Ancora un passo avanti e si apre uno scenario del tutto diverso, dove un tavolo da poker, donne in abito da sera e uomini in smoking attendono i visitatori con un calice di Vesper Martini in una mano e una pistola nell’altra. È così che l’Associazione Culturale James Bond Italia – Sezione Doppio Zero presenzia a questa edizione del Romics e, con i suoi strabilianti fondali, trascina i partecipanti nel casinò e nelle location di 007.

Maschera, mantello nero da pipistrello, moto sportiva super corazzata, un bat-segnale tridimensionale e una serie di villain spettacolari è quello che ci offre l’associazione di Gotham Shadows, i cui figuranti superano di gran lunga le aspettative, ricreando l’ambientazione di uno dei supereroi più amati dell’immaginario collettivo: Batman.

 

James Bond Italia: al servizio segreto della solidarietà

Nonostante l’aspetto ludico della fiera, sono state portate avanti iniziative solidali nei confronti della situazione in Ucraina. L’Associazione Culturale James Bond Italia – Sezione Doppio Zero ha detto NO alla guerra, bandendo le armi dallo stand per tutta la mattinata di sabato 9, giornata clou del Romics, ed esibendo la bandiera della pace, un gesto piccolo ma di fondamentale importanza e grande risonanza. Un messaggio non indifferente da parte di una realtà basata su donne bellissime, azione e soprattutto pistole.

Il mondo cosplay

Sono tanti gli appassionati che partecipano alle fiere per conoscere gente, provare nuovi videogame, entrare in contatto con realtà alternative, ma ciò che più attrae verso questo mondo sono i cosplay. Questo fenomeno ha preso piede in Giappone negli ultimi decenni e il termine ha origine dalla fusione delle parole inglesi costume, appunto costume, e play, che sta per gioco o interpretazione. Il cosplay è una passione non vincolata a una determinata fascia d’età, ma ricopre una forbice molto ampia, dagli adolescenti agli ultra sessantenni. Il fascino di questo mondo si può esprimere in due punti fondamentali: da una parte c’è il desiderio di scappare dalla quotidianità e poter interpretare un personaggio amato o in cui ci si rispecchia; dall’altra parte ci sono gli abiti. Esistono persone che realizzano a mano i propri vestiti o li commissionano su misura; alcuni sono dei veri e propri gioielli sartoriali, creati con le stoffe migliori e impreziositi con dettagli e accessori accurati, che rendono unico il travestimento, attirando l’attenzione di fotografi e spettatori.

Il prossimo appuntamento

Il Romics vi aspetta per la XXIX edizione dal 6 al 9 ottobre 2022. Se non ci siete mai stati e siete amanti di questo mondo, indossate i vostri cosplay di punta, armatevi di divertimento e venite a condividere questa passione in una full immersion di quattro meravigliosi giorni.

Ultime notizie