sabato, 28 Maggio 2022

Tassonomia verde, Commissione Ue non arretra: gas e nucleare restano nella “lista green”

Quello che da anni i politici portano avanti sul tema “ambiente”, è un'assurda discussione sul se salvarci o meno dal collasso climatico. Eppure, la sopravvivenza della vita sulla terra non dovrebbe essere questione di dibattito, tanto meno di compromessi.

Da non perdere

A dicembre, la bozza della “tassonomia verde” avanzata dall’Unione Europea, (classificazione, degli investimenti ritenuti sostenibili in Europa dal punto di vista ambientale) aveva fatto molto discutere. La lista, infatti, includeva anche gas naturale ed energia nucleare come energie sostenibili. Ai primi di febbraio, Bruxelles ha confermato la scelta di non rimettere in discussione il compromesso raggiunto con la Francia e gli altri paesi che hanno puntato sulle due fonti, sottolineando che gli stati contrari non riusciranno a bloccare la proposta al Consiglio europeo. La tassonomia dovrà però essere approvata anche dal Parlamento di Strasburgo. Dove si spera che i verdi cercheranno di sfruttare il malcontento tra gli eurodeputati per raccogliere i voti sufficienti a bloccarla.

È vero che la politica nei sistemi democratici è anche compromesso. Si può essere d’accordo o meno con questa o quella idea, ma ci sono alcuni temi, come quello della crisi climatica, quindi della difesa della vita, che dovrebbero andare al di là di qualsiasi divisione ideologica. Quello che da anni i politici portano avanti sul tema “ambiente”, è un’assurda discussione sul se salvarci o meno dal collasso climatico. Eppure, la sopravvivenza della vita sulla terra non dovrebbe essere questione di dibattito, tanto meno di compromessi.

Ultime notizie