domenica, 29 Maggio 2022

Al bar, a fare shopping o in casa durante il lavoro: sospesa dipendente Asl nel Torinese

Le indagini tra gennaio e giugno 2021. La donna restava a casa propria o dei familiari, oppure impegnata in acquisti presso centri commerciali, mercati rionali, in bar e rivendite di tabacchi invece di svolgere il lavoro per cui risultava in servizio.

Da non perdere

“Vado e torno”. Così la Guardia di Finanza di Torino ha nominato l’operazione per scoprire casi di assenteismo nella zona su coordinamento della Procura della Repubblica locale. Al centro delle indagini c’è una dipendente dell’Asl TO2 di Chieri. La donna è stata sospesa dai pubblici uffici per tre mesi e denunciata. Secondo il Nucleo di polizia economico-finanziaria di Torino che ha condotto le indagini tra gennaio e giugno 2021, la signora avrebbe dovuto effettuare dei controlli sulla qualità degli alimenti disponibili in macellimacellerie e supermercati.

La dipendente pubblica, invece, era a casa sua, da familiari, oppure impegnata in acquisti presso centri commerciali, mercati rionali, in bar e rivendite di tabacchi. Nella documentazione, però, risultava in ufficio. In più, gli inquirenti l’avrebbero pizzicata in qualche caso anche con l’auto dell’ente pubblico. Durante le indagini si sarebbe scoperto che la donna, in pieno orario di lavoro, avrebbe parcheggiato in sosta vietata vicino al mercato rionale di Porta Palazzo.

Oltre alle foto, in questo caso ci sarebbe anche la multa della Polizia Locale. In tutto, gli inquirenti hanno riscontrato più di 180 ore di assenza e oltre 90 uscite senza alcuna autorizzazione attraverso pedinamenti e intercettazioni. La donna ha ammesso le sue responsabilità anche se gli accertamenti non si sono ancora conclusi. La Procura Regionale per il Piemonte della Corte dei conti sta quantificando i danni e le modalità di recupero delle somme.

Ultime notizie