sabato, 27 Novembre 2021

Il cinema si vede da casa: calano gli incassi nelle sale e aumentano le vendite dei televisori

Calano gli incassi dei cinema del 29% rispetto al weekend precedente. Aumentano invece le vendite delle tv con l'avvio dello switch-off.

Da non perdere

Dopo la tanto attesa riapertura dei cinema e il ritorno alla massima capienza, il mese di ottobre è sicuramente quello che ha visto i più grandi incassi cinematografici dell’anno.

Al primo posto nelle sale italiane attualmente c’è ancora Venom: La furia di Carnage sequel del film adattamento cinematografico dei fumetti Marvel, che con 1.280.060 euro guadagnati nel weekend, raggiunge un totale di 5.118.948 euro. Al secondo posto nella classifica dei dati Cinetel del weekend, entra Halloween Kills, dodicesimo capitolo della saga horror con Jamie Lee Curtis. In solo quattro giorni il film ha infatti raggiunto 514.993 euro. Scende al terzo posto No Time to Die, l’ultimo James Bond con Daniel Craig, che incassa altri 477.464 euro e raggiunge 7.081.328 di euro totali.

Nonostante gli ottimi risultati, gli incassi del week end sono però in netto calo rispetto al fine settimana precedente, passati dai 6.319.001 euro a 4.497.583 euro, pari al 29% in meno. In quarta posizione troviamo poi il film d’animazione Ron – Un Amico Fuori Programma, con 350.468 euro in quattro giorni e in fondo alla top ten L’arminuta di Giuseppe Bonito, tratto dal best seller di Donatella Di Pietrantonio, che incassa 167.395 euro.

Intanto, secondo un report di report di GfK Market Intelligence, volano invece le vendite dei televisori, a testimonianza del fatto che la gente preferisce sempre di più guardare contenuti sulle piattaforme. Nella settimana compresa tra l’11 e il 17 ottobre 2021 sono stati venduti oltre 217mila apparecchi, con una crescita pari al +120% rispetto alla stessa settimana del 2020. Inoltre, a differenza degli incassi delle sale, rispetto alla settimana precedente c’è stata una crescita del +16%. Il boom delle vendite avviene in concomitanza con l’avvio del processo di Switch-off, iniziato il 20 ottobre, passaggio da parte delle emittenti televisive dall’attuale tecnologia ai sistemi di trasmissione digitale di seconda generazione. Una vera e propria trasformazione tecnologica che arriva a dieci anni di distanza da quando dalla tv analogica siamo passati al digitale terrestre.

Ultime notizie