martedì, 30 Novembre 2021

F1, 23 gare nel 2022. Mai una stagione così ricca: tutte le novità in pista

Dall'addio di Kimi Raikkonen, all'avvento di una nuova era per i motori ibridi. Il nuovo che avanza e Miami per la prima volta nel Circus dei tracciati.

Da non perdere

Con un mondiale ancora apertissimo a sei gare dal termine, la F1 ha ufficializzato le date e i circuiti della prossima stagione. Tante novità per il Circus, che farà tappa in 23 tracciati differenti, di cui due in Italia.
Confermati gli appuntamenti a Imola e a Monza quindi, ma anche aria di grandi ritorni con le riconferme dei GP di Australia, Canada, Giappone e San Paolo. Sarà invece Miami la vera novità del 2022, grazie alla nascita del nuovo Hard Rock Stadium Gran Prix, con le monoposto che sfrecceranno in Florida per la prima volta nella storia.

Importanti cambiamenti anche per le vetture che correranno questi 23 Gran Premi, le monoposto saranno infatti più pesanti di quelle attuali, andando a toccare quota 790 kilogrammi. Modifiche anche per le ruote, che passeranno da 13″ a 18″, oltre che avranno l’aggiunta di un copriruota: il tutto concepito per rendere la macchina più stabile, aumentando però la deportanza soprattutto durante i sorpassi. In altri termini, sarà incrementata la massima velocità che le vetture possono raggiungere in curva, migliorando la presa delle ruote.
Leggera trasformazione per l’ala anteriore, incentrata nell’ottica di una deportanza quanto più costante possibile, ma anche per l’ala posteriore, attraverso lo sviluppo di un flusso d’aria rotazionale, che porterà minore disturbo alla vettura dietro.
Sarà sicuramente una F1 più green grazie alla scelta di far salire al 10% la quantità di componenti biologici nel carburante, in gergo 10E. La lettera indica l’etanolo, un biocarburante prodotto in modo sostenibile.

Il 2022 sarà il primo anno senza Kimi Raikkonen nella griglia di partenza. Il finlandese classe ’79, nonché ultimo vincitore di un mondiale con la Ferrari, abbandonerà le monoposto questa stagione dopo vent’anni di onorata carriera.
Il suo sostituto, già annunciato dall’Alfa Romeo, sarà il connazionale Valterri Bottas, mentre la sua Mercedes passerà al giovane talento inglese George Russell. Ritorno in pista anche per Alex Albon, il tailandese ex RedBull porterà la sua freschezza alla Williams, mentre Antonio Giovinazzi rischia il sedile ai danni di Guanyu Zhou, il giovane corridore cinese che sta facendo faville in F2.

Ultime notizie