venerdì, 24 Settembre 2021

Vaccini, Zingaretti gioca d’anticipo: il Lazio parte con la terza dose

La comunicazione di Zingaretti arriva pochi giorni dopo il via libera dell'Aifa, nel quale ha indicato che la 'dose addizionale' di vaccino Covid deve essere somministrata "dopo almeno 6 mesi dall’ultima somministrazione, nei grandi anziani (over 80 anni) e nei soggetti ricoverati nelle Rsa"

Da non perdere

Dopo il via libera dell’Aifa, il ministro della Salute Speranza ha annunciato che presto si darà il via alla terza dose del vaccino per i soggetti più fragili. Il Lazio inizierà già in questa settimana. Ad annunciarlo con un tweet è stato ieri il presidente della Regione Nicola Zingaretti. I primi a ricevere la terza dose saranno le persone che hanno ricevuto un trapianto: “Dalla prossima settimana iniziamo con chi ha ricevuto un trapianto e che saranno contattati dal sistema sanitario regionale. Continuiamo a mettere in sicurezza la vita e il futuro”.

Secondo le indicazioni dell’Aifa, la ‘dose addizionale’ di vaccino Covid deve essere somministrata “dopo almeno 6 mesi dall’ultima somministrazione, nei grandi anziani (over 80 anni) e nei soggetti ricoverati nelle Rsa” e “almeno 28 giorni dall’ultima somministrazione nei soggetti in condizione di immunosoppressione clinicamente rilevante.
Tra qui, le persone che hanno subito il trapianto di un organo solido e i soggetti che presentino, sulla base della valutazione clinica, un livello di immunocompromissione assimilabile”.

Ultime notizie