sabato, 25 Settembre 2021

Hong Kong, polizia arresta promotori della veglia di Tiananmen

Nelle prime ore di questa mattina la polizia di Hong Kong ha arrestato gli attivisti del gruppo Hong Kong Alliance, promotore da 32 anni della veglia in memoria del massacro di Piazza Tiananmen.

Da non perdere

La polizia di Hong Kong ha arrestato alcuni attivisti del gruppo che per circa 30 anni ha organizzato la veglia annuale in memoria del massacro di Piazza Tiananmen. L’Alleanza di Hong Kong a sostegno dei movimenti democratici patriottici della Cina ha affermato che la polizia ha fatto irruzione negli uffici e nelle abitazioni di diversi membri nelle prime ore di mercoledì mattina. In una nota, gli attivisti hanno confermato l’arresto di Simon Leung, Sean Tang e Chan To-wai. Secondo i media locali, le polizia non ha ancora confermato arresti e accuse.

In manette anche l’avvocata Chow Hang-tung, vicepresidente dell’organizzazione, arrestata nel suo ufficio nel quartiere centrale degli affari di Hong Kong. Poco prima la donna aveva pubblicato un post sui social dicendo che alcune persone, forse poliziotti, stavano suonando il campanello e tentando di decifrare il codice della porta: “Qualche parola di addio per me?”, ha scritto. Chow Hang-tung avrebbe dovuto comparire all’udienza per rappresentare Gwyneth Ho, il politico dell’opposizione accusato di cospirazione e sovversione per aver tenuto primarie non ufficiali in vista di elezioni generali successivamente rinviate.

Martedì l’Alleanza di Hong Kong ha rifiutato formalmente una richiesta della polizia di consegnare informazioni sulle sue finanze, membri e operazioni affermando che le autorità stavano abusando del proprio potere per reprimere gruppi politici, professionali e della società civile. Nella sua comunicazione per la richiesta di informazioni, la polizia ha accusato l’Alleanza di essere “un’agente di forze straniere” fissando un ultimatum al 7 di settembre. Il mancato rispetto della scadenza potrebbe comportare sei mesi di carcere o una multa di 100.000 dollari di Hong Kong. La legge sulla sicurezza nazionale punisce con pene fino all’ergastolo gli atti che le autorità ritengono essere sovversione, terrorismo o collusione con forze straniere.

L’Alleanza di Hong Kong a sostegno dei movimenti democratici patriottici della Cina si è formata 32 anni fa tra le proteste studentesche del 1989. Negli anni successivi il movimento ha tenuto veglie di massa annuali in occasione dell’anniversario del massacro di piazza Tiananmen, il 4 giugno. Negli ultimi due anni le veglie sono state vietate dalle autorità a causa delle restrizioni per il contenimento della pandemia.

Ultime notizie