venerdì, 24 Settembre 2021

Sponz all’Osso, a grande richiesta Capossela live in trio il 29 agosto

Continua il viaggio nelle terre dell’osso di “Sponz All'Osso - Per un manifesto delle aree interne”, la nona edizione del Fest ideato e diretto da Vinicio Capossela, dal 25 al 29 agosto a Calitri e in Alta Irpinia.

Da non perdere

Continua il viaggio nelle terre dell’osso di Sponz All’Osso – Per un manifesto delle aree interne”, la nona edizione del Fest ideato e diretto da Vinicio Capossela, dal 25 al 29 agosto a Calitri e in Alta Irpinia.

Ed è proprio il direttore artistico ad annunciare una grande sorpresa. A parziale compensazione delle richieste del sabato, che il numero chiuso non consente di soddisfare, aggiungiamo alla “Noche da las Calaveras” di domenica 29 Agosto, la partecipazione a chiusura di serata del Trio di corde che con Asso Stefana e Victor Herrero qualche anno fa abbiamo battezzato “Trio Calaveras” , specializzato in duende, dalkas e bile nera di ogni latitudine. La serata che già ospita un sublime set di Herrero e culmina con una delle voci più attese, quella di Martirio, con un omaggio a Chavela Vargas e a Franco Battiato, non avrebbe bisogno di altro, ma in questo modo ci andiamo preparando anche in musica alla nostos-algia che ci coglierà dal giorno dopo, quando questo luogo d’incantesimo ci ammalierà per un anno a venire col desiderio di rinnovare il ricordo.

Se anche la Domenica è serata di chiusura, non rinunciamoci prematuramente. Arriviamo vivi alla morte, anche a quella carnevalesca di una festa.Sponziamo fino all’ultimo minuto, domenica compresa.

Un nuovo imperdibile appuntamento dunque, per chiudere il festival nella serata di domenica 29 agosto, che va ad aggiungersi al concerto di Martirio e Raul Rodriguez e Victor Herrero.

La notte di venerdì 27 agosto invece è notte di frontiera e deserto. Dust and Bones è una serata che vede salire sul palco una leggenda vivente: Marc Ribot, armato della sua inconfondibile chitarra, per Meditations on BONES. E poi Dome La Muerte E.X.P., nuovo progetto della leggenda del punk italiano Dome La Muerte con A Psychedelic Spaghetti Western Experience: uno show prevalentemente strumentale con sonorità acide e desertiche alternate a brani cantati, tributi a eroi e pistoleri che si sono battuti contro l’ingiustizia e l’arroganza e alla cultura e la spiritualità dei nativi americani.

A seguire Polvere, musica da ballo in stile “Calitrimex” con la Banda della Posta e Alessandro “Asso” Stefana. Apre la serata Pietro Brunello con la performance musicale “Bob Dylan all’osso: dal Bootleg “More Blood, More Tracks”.

La mattinata si apre alle 10 in Località Gagliano a Calitri, con “Vertebrale”, laboratorio di teatro- danza; “I semi cuciti”, laboratorio di poesia visiva attraverso il Metodo Caviardage; “Chiacchiere con filo”, con la collaborazione di MedA Museo Etnografico di Aquilonia ”Beniamino Tartaglia e “Il filo imperfetto”, laboratorio di sartoria ecologica.

Proseguono anche le lezioni della Libera Università per Ripetenti: torna Vito Teti con la lezione “Ripartire dai restanti” e con l’incontro con Marco Bennici de Gli Stati Generali su aree interne e aree interiori, e arrivano l’accademico e critico musicale Alessandro Portelli, figura di culto della storia della musica folk internazionale, con “Mountain Music”, lezione sulle montagne cantate degli Appalachi e degli Ozark realizzata in collaborazione con il Circolo Gianni Bosio, e l’architetto Enzo Tenore con “Aree Intense”.

Campania Artecard, il pass turistico della regione che realizzato per Sponz Fest una serie di passeggiate, visite guidate ed escursioni orientate a promuovere un turismo lento ed esperienziale, per far conoscere e scoprire alcune delle aree più belle dell’Alta Irpinia, porterà invece alla scoperta di Conza della Campania in mattinata e di Calitri nel pomeriggio.

Nel pomeriggio alle 16 alla Neviera di Gagliano c’è La voce delle Aree Interne. Lavoro di restituzione del World Cafè con il ricercatore ed esperto di politiche del lavoro e dello sviluppo Filippo Tantillo, la professoressa Maria Cerreta, Katia Fabbricatti (DIARC) e Giulia Valeria Sonzogno ((GSSI/Officina Giovani Aree Interne – SNAI).

Alle 17.30 ad Aquilonia invece prende vita il laboratorio-seminario “Come raccontare un terremoto: la storia di Aquilonia”, in collaborazione con MEdA- Museo Etnografico di Aquilonia “Beniamino Tartaglia” e Alessandro Portelli.

Alle 18, a Calitri, le scrittrici Donatella Di Pietrantonio, autrice del caso letterario dello scorso anno in lizza per il Premio Strega 2021 “Borgo Sud”, e Licia Giaquinto, autrice de “La ianara”, saranno protagoniste dell’evento di Pensa Menti “Le terre dello spolpo”. A seguire, sempre nell’ambito di Pensa Menti, l’ incontro con il monaco e saggista, fondatore della comunità di Bose, Enzo Bianchi “Ama la terra come te stesso”.

Lo Sponz Fest è programmato e sostenuto dalla Regione Campania attraverso Scabec – Società Campana Beni Culturali, prodotto dall’Associazione Sponziamoci, La Cupa e International Music and Arts (IMARTS) e ha ottenuto la prestigiosa certificazione ECOEVENTS avallata da Legambiente.

Nel pieno rispetto delle norme di prevenzione al contagio a livello nazionale e regionale, gli eventi si svolgeranno in apposite aree progettate per la capienza utile a garantire il corretto distanziamento sociale. L’accesso agli eventi è possibile solo previa prenotazione o prevendita su www.postoriservato.it e con Green Pass.

Ultime notizie