domenica, 1 Agosto 2021

Variante Delta, crollano le Borse: l’Europa brucia 240 miliardi

La minaccia della variante Delta ha azzerato i progressi economici degli ultimi mesi, riportando la situazione ai livelli dello scorso mese di marzo.

Da non perdere

I timori per la diffusione della variante Delta del Covid e il rischio di un aumento dell’inflazione influiscono negativamente sui mercati azionari europei. In una sola seduta le Borse europee hanno bruciato 240 miliardi di capitalizzazione. Milano ha ceduto il 3,34% a 23.965 punti, Parigi il 2,54% a 6.295 punti, Londra il 2,34% a 6.844 punti, Francoforte il 2,62% a 15.133 punti e Madrid il 2,4% a 8.301 punti.

Ai mercati non sono passate inosservate le ipotesi di nuove chiusure a causa dell’allargamento del contagio, che ha superato il numero di 50mila casi in un giorno in Europa. Le vendite hanno interessato tutti i settori, dalle banche all’industria, agli energetici influenzati dal calo del prezzo del petrolio: il Brent sotto i 70 dollari al barile dopo l’accordo raggiunto con fatica proprio nel fine settimana, per aumentarne la produzione.

La minaccia della variante Delta ha azzerato i progressi economici degli ultimi mesi, riportando la situazione ai livelli dello scorso mese di marzo.

 

Ultime notizie