martedì, 19 Ottobre 2021

Confcommercio, persi 126 miliardi durante la pandemia: crescita minima per il 2021

Persi circa 2.000 euro a testa più 27 miliardi dei consumi dei turisti: "Il peggior dato dal secondo dopoguerra". Lieve aumento del 3,8% per il 2021

Da non perdere

Restano “molto caute” le previsioni di una eventuale crescita del commercio che, rispetto ai dati fornitici da Confcommercio, sarebbe del 3,8% per il 2021, considerando soprattutto le “incognite sulla ripartenza del turismo internazionale”. Altrettanto cauto però non è stato il calo che durante la pandemia ha riportato l’11,7% di perdita: oltre 126 miliardi di euro di mancati consumi che equivale ad una “perdita di oltre 2.000 euro a testa“, riportando i consumi ai livelli del 1995; a ciò si aggiunge un dato per niente irrilevante che riguarda la riduzione del 60,4% della spesa dei turisti stranieri, corrispondente ad una perdita di circa 27 miliardi: “Il 2020 ha registrato il peggior dato dal secondo dopoguerra“. Questo è tutto tranne che rassicurante ma è la realtà.

Dai rapporti di Confcommercio risulta che nonostante il probabile aumento previsto per il 2021, la spesa pro capite in valore assoluto “non riuscirà a recuperare nemmeno un terzo di quanto perso durante la pandemia” il che non ci sorprende, anche se ciò non annulla la speranza di ricevere notizie migliori per il futuro.

Ultime notizie