mercoledì, 23 Giugno 2021

“Riconciliazione”, a 9 anni dal sisma in Emilia la scultura per onorare la memoria delle vittime

Oggi inaugurata scultura in bronzo dedicata alle vittime del sisma del 2012 nel modenese. "Riconciliazione" realizzata da Lisa Buffagni ex studentessa dell'Istituto d'arte 'Venturi' di Modena.

Da non perdere

Una giornata importante quella di oggi a Medolla, nel Modenese. Qui, la scultura in bronzo di Lisa Buffagni, ex studentessa dell’Istituto d’arte Venturi di Modena ha impreziosito il comune grazie al suo monumento. Una gesto per non dimenticare ciò che è accaduto a tutte le vittime del sisma che nel 2012 ha colpito l’Emilia Romagna. Oggi ricorre infatti il nono anniversario della seconda scossa del 29 maggio.

Durante la cerimonia commemorativa, il Presidente della Regione e commissario straordinario delegato alla ricostruzione, Stefano Bonaccini, ha ricordato il triste avvenimento.

“Impossibile rimarginare completamente la ferita di quanto successo col terremoto. Il primo pensiero va a chi nove anni fa perse la vita, anche mentre era al lavoro, e a tutti quanti hanno sofferto. Oggi, con questo monumento dedicato alle vittime del sisma si fissa, unendo idealmente tutti i territori colpiti, un segno indelebile a memoria sia della tremenda tragedia accaduta sia della caparbia, straordinaria ed esemplare capacità della nostra terra di rialzarsi, più forte di prima”.

Riconciliazione, scultura in bronzo, ha il compito di onorare la memoria dei lavoratori caduti all’Haemotronic di Medolla, durante il sisma 2012, ora si trova nel giardino a fianco del Teatro Facchini.

 

Ultime notizie