mercoledì, 23 Giugno 2021

Coronavirus, nuova variante in Vietnam: via di mezzo tra l’indiana e l’inglese

Nuova impennata di casi nel Paese asiatico. Il governo di Hanoi comunica che diffonderà al più presto altre informazioni sulle caratteristiche di questo nuovo ceppo.

Da non perdere

Rilevata in Vietnam una nuova variante del coronavirus, che sarebbe altamente trasmissibile e sarebbe responsabile di una nuova impennata di casi nel Paese asiatico.

La notizia è stata diffusa dal ministro della Salute, Nguyen Thanh Long.

L’analisi genetica ha evidenziato come la nuova variante, che ha tempi molto rapidi di replicazione via aerea, rappresenti una via di mezzo tra le varianti indiana e inglese. Il quotidiano VnExpress riferisce che il governo di Hanoi diffonderà al più presto altre informazioni sulle caratteristiche di questo nuovo ceppo.

Il Vietnam è considerato un modello esemplare nella lotta alla diffusione del coronavirus, avendo registrato circa 6.400 infezioni e 47 morti dall’inizio della pandemia. Il buon funzionamento del sistema di assistenza sanitaria pubblica e le rigorose chiusure hanno permesso di limitare il numero di casi fino alla fine di aprile, quando è ha avuto inizio un esponenziale incremento delle nuovi infezioni: 3.600 in un mese. Si tratta pur sempre di numeri relativamente bassi rispetto ad altri Paesi ma che iniziano a creare un motivato timore nella popolazione e fra i sanitari, vista l’efficacia delle misure di contenimento del virus esistenti nel Paese.

Ultime notizie