lunedì, 15 Aprile 2024

Gaza, la Cina critica Israele sulla guerra: appello per il cessate il fuoco

Il ministro degli Esteri cinese, Wang Yi ha dichiarato che "la guerra che Israele sta conducendo nella Striscia di Gaza è una vergogna per la civiltà"

Da non perdere

Il ministro degli Esteri cinese, Wang Yi, ha sollevato una netta critica nei confronti di Israele per la sua condotta nella guerra in corso nella Striscia di Gaza. Durante una conferenza stampa a Pechino, Yi ha dichiarato che “la guerra che Israele sta conducendo nella Striscia di Gaza è una vergogna per la civiltà”, esortando la comunità internazionale a intervenire con urgenza per raggiungere un cessate il fuoco immediato e porre fine alle ostilità.

Il capo della diplomazia cinese ha sottolineato l’importanza di garantire gli aiuti umanitari come una responsabilità morale urgente e ha proposto che la Palestina diventi un membro ufficiale e a pieno titolo delle Nazioni Unite. Ha inoltre ribadito il sostegno alla riforma delle Nazioni Unite per adattarsi alla nuova realtà politica ed economica internazionale, promettendo il contributo della Cina in tal senso.

Le dichiarazioni di Yi arrivano mentre la speranza di raggiungere un accordo per un cessate il fuoco tra Hamas e Israele prima del Ramadan si affievolisce. L’esercito israeliano continua i bombardamenti sulla Striscia di Gaza, con gli attacchi che hanno causato numerose vittime civili secondo fonti palestinesi.

Parallelamente, l’Idf (Israeli Defense Forces) ha colpito siti militari siriani nel sud del paese in risposta al lancio di razzi dal territorio siriano verso le alture del Golan. Inoltre, il Washington Post riporta che gli Stati Uniti potrebbero imporre restrizioni sull’uso di armi americane da parte di Israele nella città di Rafah, nel sud di Gaza, se l’offensiva non protegge adeguatamente i civili sfollati.

La tensione tra Israele e gli Stati Uniti sembra aumentare, con l’amministrazione Biden che esprime preoccupazione per il mancato ascolto delle sue richieste da parte di Israele. Questo potrebbe portare a una crisi nelle relazioni tra i due paesi, secondo fonti citate dal Washington Post.

Ultime notizie