sabato, 22 Giugno 2024

Tempesta in Libia, bilancio dei morti da brividi: le carenze di un Paese diviso dopo la caduta di Gheddafi

Il bilancio dei morti a Derna è da brividi. La forza devastatrice della natura riflette senz'altro l’intensità della tempesta, ma anche le carenze e le debolezze del Paese nordafricano. La Libia dell'ultimo decennio è stata divisa tra governi rivali, uno a Tripoli e uno nella parte orientale. Una delle conseguenze è l'abbandono delle infrastrutture.

Da non perdere

Sale almeno a 11.300 il numero dei morti a Derna durante la tempesta che ha colpito la parte orientale della Libia. Il cedimento di due dighe ha provocato inondazioni massicce che hanno travolto città intere e gran parte della costa. Marie el-Drese, segretaria generale del gruppo umanitario Mezza Luna Rossa, ha comunicato telefonicamente all’Associated Press che altre 10.100 persone risultano scomparse. La forza devastatrice della natura riflette senz’altro l’intensità della tempesta, ma anche le carenze e le debolezze del Paese nordafricano. La Libia dell’ultimo decennio è stata divisa tra governi rivali, uno a Tripoli e uno nella parte orientale. Una delle conseguenze è l’abbandono delle infrastrutture.

Secondo un funzionario delle Nazioni Unite gran parte delle vittime sarebbe potuta essere salvata. “Se ci fosse stato un normale servizio meteorologico operativo, avrebbero potuto emettere gli allarmi“, ha detto ai giornalisti a Ginevra il capo dell’Organizzazione meteorologica mondiale Petteri Taalas. Come sottolineato da Africanews, la catastrofe ha messo in luce le vulnerabilità del Paese, ricco di petrolio ma impantanato nel conflitto civile del 2011 che ha rovesciato il Colonnelo Moammar Gheddafi. Le due dighe crollate fuori Derna furono costruite negli anni ’70. Un Rapporto del 2021 metteva in guardia dal fatto che le dighe non erano state mantenute a dovere nonostante lo stanziamento di oltre 2 milioni di euro nel 2012 e 2013. Il primo ministro Abdul-Hamid Dbeibah, residente a Tripoli, ha riconosciuto i problemi di manutenzione in una riunione di gabinetto giovedì e ha invitato il pubblico ministero ad aprire un’indagine urgente sul crollo delle dighe.

Ultime notizie