lunedì, 27 Maggio 2024

Incontro Xi Jinping-Putin: cosa aspettarsi dai colloqui Cina-Russia

L'incontro tra Xi Jinping e Putin ha fatto discutere e scrivere molto. Cosa c'è alla base dell'incontro: Putin ha lanciato la sua invasione pochi giorni dopo aver dichiarato una partnership con Xi "senza limiti" lo scorso febbraio.

Da non perdere

L’incontro tra Xi Jinping e Putin ha fatto discutere e scrivere molto. Cosa c’è alla base dell’incontro: Putin ha lanciato la sua invasione pochi giorni dopo aver dichiarato una partnership con Xi “senza limiti” lo scorso febbraio.

Da quel momento la Cina ha rivendicato la neutralità, ma ha sostenuto la retorica del Cremlino che incolpa la NATO per il conflitto, inoltre ha rifiutato di condannare l’invasione e ha continuato a sostenere finanziariamente Mosca aumentando in modo significativo gli acquisti di carburante russo.

In passato il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha espresso pubblicamente interesse a parlare con Xi del conflitto, sebbene la comunicazione tra i due paesi non abbia raggiunto un livello superiore al livello ministeriale dell’Ucraina dall’inizio della guerra.

Funzionari ucraini, cinesi e statunitensi hanno tutti rifiutato la scorsa settimana di confermare un potenziale incontro virtuale tra Zelensky e Xi, a seguito di un rapporto del Wall Street Journal, secondo cui i due stavano pianificando di parlare per la prima volta dopo l’allora potenziale viaggio di Xi a Mosca.

Oggi

Vladimir Putin afferma che Russia e Cina stanno combattendo “minacce comuni”, prima della visita del presidente Xi Jinping. Il leader russo ha scritto un ampio articolo per il Quotidiano del Popolo prima del viaggio di tre giorni di Xi in Russia, sostenendo che il rapporto tra i due paesi è “costantemente più forte”.

Xi ha restituito il favore al quotidiano Rossiiskaya Gazeta del Cremlino, affermando che un piano di pace in dodici punti è stato redatto da Pechino il mese scorso. L’obiettivo è porre fine alla guerra in Ucraina riflette “l’unità delle opinioni della comunità mondiale”.

Rapporti Putin-Xi

Putin ha lanciato la sua invasione pochi giorni dopo che lui e Xi hanno dichiarato una partnership “senza limiti” lo scorso febbraio.

Da quel momento la Cina ha rivendicato la neutralità, ma ha sostenuto la retorica del Cremlino che incolpa la NATO per il conflitto, ha rifiutato di condannare l’invasione e ha continuato a sostenere finanziariamente Mosca aumentando in modo significativo gli acquisti di carburante russo.

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha in passato espresso pubblicamente interesse a parlare con Xi del conflitto, sebbene la comunicazione tra i due paesi non abbia raggiunto un livello superiore al livello ministeriale dell’Ucraina dall’inizio della guerra.

Funzionari ucraini, cinesi e statunitensi hanno tutti rifiutato la scorsa settimana di confermare un potenziale incontro virtuale tra Zelensky e Xi, a seguito di un rapporto del Wall Street Journal secondo cui i due stavano pianificando di parlare per la prima volta dopo l’allora potenziale viaggio di Xi a Mosca.

Visita di Xi Jinping

Ufficialmente la visita di Xi Jinping in Russia serve a promuovere legami bilaterali tra due vicini e certamente questi governi dicono che si stanno avvicinando sempre di più. Ci sono accordi da firmare, pasti da consumare, opportunità fotografiche da organizzare. Molti analisti hanno riflettuto su cosa potrebbe fare la Cina se sembra che la Russia stia affrontando una chiara e umiliante sconfitta sul campo di battaglia.

Il governo cinese si dice neutrale. Farebbe semplicemente un passo indietro e lascerebbe che ciò accada, o inizierebbe a pompare armi per dare all’esercito russo un vantaggio migliore? Dopo che Xi sarà arrivato a Mosca, lui e il suo omologo russo potranno parlare di altro, ma tutta l’attenzione sarà sulla crisi ucraina.

Direzioni

I suoi segnali a Vladimir Putin possono andare solo in tre direzioni:

1. È ora di considerare di ritirarsi con qualche compromesso per salvare la faccia;
2. Semaforo verde per andare avanti o addirittura andare più forte:
3. Niente in ogni caso dal leader cinese.

La Cina sta uscendo dalla mediazione di un accordo in cui l’Iran e l’Arabia Saudita hanno ristabilito le relazioni diplomatiche. Il leader cinese sta diventando sempre più preparato a intromettersi in questioni ben al di là delle sue coste. Ciò sembrerebbe rendere improbabile l’opzione tre.

Accordo Iran-Arabia Saudita

Con l’opzione uno, se prevede che Pechino possa nuovamente rivendicare il ruolo di pacificatore globale dopo l’accordo Iran-Arabia Saudita, questo sarebbe un bel fiore all’occhiello di Xi. Il problema principale di questa opzione è la misura in cui andrebbe a vantaggio anche della Cina.

La più desolante delle opzioni è la numero due, ma c’è una lettura secondo cui la guerra della Russia con l’Ucraina gioca nella strategia geopolitica di Pechino. Il Cremlino sta affrontando l’Occidente, divorando le risorse della Nato e, più a lungo la guerra va avanti, più mette alla prova l’appetito del pubblico occidentale per ulteriori conflitti se l’Esercito popolare di liberazione dovesse muoversi per prendere Taiwan con la forza. Il calcolo di Pechino potrebbe essere che, più a lungo continua la guerra, meno persone vorranno essere coinvolte in un’altra.

Anche la pretesa di neutralità del governo cinese non corrisponde alle notizie controllate dallo stato qui riportate. I bollettini televisivi serali seguono la linea del Cremlino e dedicano gran parte della loro copertura ad incolpare “l’Occidente” per il “conflitto”. Non parla di “guerra” e non si sognerebbe mai di riferirsi ad una “invasione” dell’Ucraina.

Cosa succederà?

Pubblicamente, la Cina afferma che la sovranità di tutte le nazioni dovrebbe essere rispettata (ad esempio quella dell’Ucraina), ma anche le “legittime preoccupazioni per la sicurezza” di altri paesi (ad esempio la Russia). Eppure non è a Kiev che Xi Jinping è in visita. È Mosca. Quindi, quando Xi lascerà Mosca tra pochi giorni, Putin sarà preoccupato di vacillare il sostegno cinese o sostenuto dal sostegno di una delle due persone più potenti del pianeta.

Ultime notizie